show episodes
 
I fondamenti della fede e della morale cattolica. Ascolta il podcast di radioromalibera.org dedicato alla religione cattolica. Ogni giovedì alle ore 15 una nuova puntata. ENTRA NEL CANALE TELEGRAM DI RRL > http://telegram.me/radioromalibera VISITA IL SITO WEB DEL PROGETTO > https://www.radioromalibera.org
 
Il linguaggio attraverso cui la Chiesa esprime la sua Fede e il suo culto a Dio. Ascolta il podcast di Radioromalibera.org dedicato alla Liturgia. Ogni mercoledì e domenica alle ore 15 una nuova puntata. ENTRA NEL CANALE TELEGRAM DI RRL > http://telegram.me/radioromalibera VISITA IL SITO WEB DEL PROGETTO > https://www.radioromalibera.org
 
CULTURA CATTOLICA E CULTURA LAICAA confronto sulla vita dell'UomoDal XIII convegno di Roma, dal 4 al 6 Maggio 2007"La cultura italiana vive da secoli della tensione fra laicismo e cattolicesimo. Il senso positivo di ogni polarità è quello di indurre ciascuno dei due poli ad arricchirsi di ciò che gli manca in quanto gli viene offerto dal polo opposto.Il cattolicesimo È partito dallo spirito del cristianesimo per approdare nel corso dei secoli al potere temporale di una Chiesa che ha sempre p ...
 
La Scuola di nuova evangelizzazione di Nuovi Orizzonti fondata da Chiara Amirante prevede un Corso Base, un Corso Avanzato, un Corso di conoscenza di sé e guarigione del cuore "Arte di Amare" ideato da Chiara Amirante e un percorso di Catechismo diviso in un anno A e un anno B. Questo podcast raggruppa gli incontri di formazione del Catechismo Anno A con don Davide Banzato e don Giacomo Pavanello che in chiave esistenziale ripercorrono alcuni temi specifici del Catechismo della Chiesa Cattol ...
 
Loading …
show series
 
Il Sacrificio Eucaristico è la corona più gloriosa dell’opera grandiosa della salvezza, e allo stesso tempo, è il memoriale vivente di tutti i misteri di Cristo. Tutto ciò che è misterioso e divino, maestoso e sublime, toccante e commovente, beatificante e consolante, istruttivo ed edificante, nella religione, nell’Incarnazione, nella Chiesa Cattol…
 
Una degna celebrazione della Messa, e la devota partecipazione ad essa...appartengono al mezzo principale per l’acquisto delle virtù; perché la liturgia della Messa, per la sua natura, è incline/intenzionata ad impressionare e commuovere profondamente coloro che ivi partecipano con fede ed attenzione...…
 
Gli atti interiori e gli affetti della virtù della religione, ossia l’adorazione, il ringraziamento, la petizione e la soddisfazione, si manifestano in tanti modi, ma la loro espressione suprema e più solenne si trova nel sacrificio. Il sacrificio è un atto speciale del servizio divino, e, come tale, si differenzia essenzialmente da tutti gli altri…
 
La Sacra Scrittura trasmette spesso queste verità con vivacissime e impressionanti descrizioni. “Il Signore è terribile ed immenso e la Sua potenza è ammirabile” (Sir. 43,29). “Nel turbine e nella tempesta è il Suo cammino e le nubi sono la polvere dei Suoi piedi” (Na.1,3). Dio è il Maestro Supremo e Proprietario dell’universo, perché esso uscì dal…
 
Il sacrificio è un atto, ed è difatti l’atto supremo della religione; perché con l’offerta di sacrifici la Maestà Divina è onorata in una maniera degnissima e perfettissima. La virtù della religione è, per così dire, la radice stessa donde scaturisce il senso di sacrificio, e da essa poi sboccia un fiore bellissimo che diviene preziosissimo frutto.…
 
La professione di fede, che viene proclamata tanto sonoramente e con solennità, deve sempre sgorgare da un cuore gioioso e grato. Incredibilmente grande è la grazia della fede cattolica. Com’è commovente quanto scrive a tal riguardo S. Francesco di Sales: “O Dio, la bellezza della nostra religione tanto mi entusiasma da farmi morire d’amor, e mi pa…
 
La terza ragione per l’inserzione del Credo nel rito della Messa sta nella “particolare solennità”: la Professione di Fede viene cioè talvolta pubblicamente cantata e pregata per accrescere lo splendore esterno della ricorrenza o del S. Sacrificio. In conformità a questo principio, nelle seguenti feste parrocchiali o Messe viene recitato il Simbolo…
 
Il Simbolo contiene la dottrina predicata dagli Apostoli e menziona espressamente il carattere apostolico come attributo della vera Chiesa. Gli Apostoli hanno innestato nel mondo la Chiesa fondata da Cristo e l’hanno diffusa su tutta la Terra. Essi erano strumenti dello Spirito Santo e portatori infallibili della Rivelazione: hanno proclamato tutto…
 
La prima e principale ragione sta nel “Mistero” celebrato. Si prega il Credo, infatti, in quei giorni e in quelle feste il cui fondamento storico o dogmatico è contenuto nel Simbolo; un mistero cioè che è esplicitamente menzionato o almeno sia conosciuto intrinsecamente. Poiché la celebrazione liturgica di tali feste è dedicata alla memoria e alla …
 
Il rito della recita del Credo è semplice. La dizione ad alta voce è un invito a tutti i presenti a unirsi al sacerdote con la bocca e col cuore e proclamare gioiosamente la fede. Mentre si pronunciano le prime parole, si sollevano e aprono le mani per significare il sentimento gioioso dell’anima adorante; poi si tengono congiunte in preghiera all’…
 
In certi giorni e in occasione di certe feste, all’annuncio della Buona Novella fa seguito la Professione di Fede, e il cuore pronuncia con gioiosa gratitudine: Credo! (“io credo”). Quando il Credo viene recitato è come voler dar forma alla risposta, come far eco alla voce di Dio pronunciata a noi attraverso i Profeti e gli Apostoli, infine tramite…
 
Ciascun Vangelo è scelto con riguardo all’anno liturgico e alla sequenza delle sue feste e dei suoi periodi penitenziali. Esso sovrasta in significato e importanza tutte le altre parti mutevoli contenute nel messale, poiché esprime in maniera più completa il concetto basilare della celebrazione della Messa del giorno, il suo senso e la sua particol…
 
Dopo la preparazione con le preghiere sopra descritte, il sacerdote si porta dal centro al lato destro dell’altare, dove il messale dev’essere disposto in altra maniera rispetto a com’era per la lettura dell’Epistola. Il lato posteriore del libro non deve essere parallelo alla parete posteriore dell’altare, ma deve tenere una posizione obliqua.…
 
La seconda lettura biblica si chiama “Vangelo” e conclude – quando viene cantato solennemente – la prima parte della messa. Il termine “Vangelo” si usa qui in senso stretto e vuol significare una pericope, cioè un testo desunto dai quattro Vangeli per l’uso liturgico più appropriato. Nel Nuovo Testamento il medesimo ha un significato più esteso e c…
 
Il più magnifico e stupendo canto della Chiesa è quello della liturgia dei defunti: il Dies irae, di fama mondiale e mai abbastanza venerato. Per contenuto e forma il canto è una perfetta opera d’arte: il giudizio di tutti gli esperti lo definisce come l’apice di quanto il genio umano, in questo genere di poesia, abbia mai raggiunto.…
 
Ad eccezione dei giorni di digiuno e di penitenza, il canto dell’Alleluia è presente in tutte le Messe. Incessantemente e senza interruzione risuona in Cielo “l’eterno Alleluia”; agli angeli e ai beati si uniscono anche i pellegrini sulla Terra che col cuore e con la bocca manifestano il proprio giubilo e gioiosa riconoscenza per la meravigliosa po…
 
Ormai la Chiesa ha perso tutto. Non incide più nella società, ma per molti cattolici di oggi tutto andrebbe per il meglio. Proprio come il protagonista della favola dei Fratelli Grimm che tornò a casa allegramente dopo aver perso il tesoro che gli era stato regalato.Di radioromalibera.org
 
Il tempo di Settuagesima, in senso lato, cioè i giorni dalla Domenica Settuagesima fino a Pasqua, significava per i liturgisti medioevali il ricordo della cattività dei settant’anni, quando gli ebrei sedevano sulle rive dei fiumi di Babilonia e piangevano al ricordo della loro patria Sion...Di radioromalibera.org
 
Santa Gertrude, preparandosi a cantare la Messa in onore della resurrezione del Signore, quando s’intonò l’Alleluia del salmo dell’Introito, disse al Signore: “Insegnami, o buon Maestro, con quale devozione ti posso lodare tramite l’Alleluia, che è ripetuto tanto sovente in questa festa”. Il Signore rispose: “Lodandomi con l’Alleluia, ti unisci all…
 
Il Graduale loda felice quel popolo che riconosce Dio e Lo serve: perciò il Signore è il loro capo e re. Poi annuncia che tramite la “Parola” del “Signore” è stato creato il Cielo e, mediante il Suo “Spirito”, esso è stato adornato con la magnificenza dell’esercito di stelle e completato con tutto il creato.…
 
Loading …

Guida rapida

Google login Twitter login Classic login