Wii pubblico
[search 0]

Scarica l'app!

show episodes
 
Direttamente dalle pagine di "Inutile", Continue? vuole essere un percorso non lineare che vi porterà dagli anni '80 a oggi, passando per i videogiochi che hanno in qualche modo segnato la mia vita. Ogni puntata affronta un tema specifico, dal viaggio alla paura, passando per la musica e le scelte che una persona deve fare. L'importante è non finire i gettoni. Dietro ai microfoni: Claudio Serena.
 
Loading …
show series
 
Bastano 3 pulsanti. Tre soli pulsanti che vi permetteranno di costruire il vostro regno dal dorso del vostro bianco destriero: Destra, Sinistra e Giù, che vi servirà per depositare monete in vari punti per costruire edifici, reclutare e addestrare sudditi e... basta, non c'è altro che possiate fare.Di Querty
 
A quindici anni ero un ribollore di rabbia e rancore verso un sacco di cose, ero impulsivo e mi preoccupavo poco di come rispondevo agli altri, ma dentro di me c'era sempre una voce che mi ricordava che "La guerra non fa grande nessuno", non importa quanto grande o piccola sia.Di Querty
 
Quando vi ho detto che odio il multiplayer, non sono stato completamente sincero. Se fossi stato sincero al 100% vi avrei detto che non solo mi divertivo a esplorare l'inferno insieme a Manto alle superiori, vi avrei detto che le mie migliori amicizie girano tutte intorno a un videogioco, un divano e un sacco di urla.…
 
Nonostante io sia un accanito giocatore di ruolo, cosa che per sua stessa definizione prevede l’interazione sociale con altri membri di un gruppo, ho un grosso problema con i MMORPG (Massive Multiplayer Online Role Play Game). Il mio problema è che odio avere a che fare con gli altri giocatori.Di Querty
 
Da piccolo i miei genitori mi raccontavano storie di draghi nobili, pronti a donare il proprio cuore a chi ne avesse bisogno e a difendere il regno dalle forze del male, ma si sbagliavano. I draghi, quelli veri, sono come raccontano le antiche leggende: esseri crudeli e intelligenti che provano piacere nel caos e nella distruzione.…
 
Questa è una storia di molti anni fa, che forse non ho mai raccontato a nessuno. Ho appena scoperto che Diablo è stato liberato dalla sua prigione di cristallo e sto per avventurarmi per la prima volta nelle catacombe di Tristram. Non ci sono luci se non poche torce lungo le pareti e l’unico sopravvissuto dell’avanguardia che ha cercato di esplorar…
 
Senza saperlo, mi ero innamorato dei giochi di ruolo ancora prima di prenderne in mano uno. Era il 1994, credo, e sul 386 di casa avevo appena installato Indiana Jones and the fate of Atlantis. A quel tempo divoravo qualunque avventura grafica, meglio se della Lucas Arts, in pochi giorni e Indiana Jones si rivelò una delle più ostiche. La cosa che …
 
Il mio ben noto amore per i giochi di ruolo è iniziato un pomeriggio di luglio del 1998. Io e un mio compagno di classe stavamo passeggiando in via Trieste a Brescia e mentre passavamo davanti a un negozio di videogiochi che ormai ha chiuso da parecchi anni, l’occhio è caduto ad entrambi sulla stessa scatola, che ho ritrovato ancora intatta l’altro…
 
Quando gioco devo sentirmi come Kenshiro che da solo deve attraversare un continente e salvare (o uccidere, dipende dal gioco) tutti quelli che si trovano sul suo percorso. Non importa che siano giochi di ruolo, action/platform o strategici, io sono sempre il solo che possa fare la differenza ed è mio dovere raddrizzare più torti possibile prima di…
 
Loading …

Guida rapida

Google login Twitter login Classic login