show episodes
 
Il linguaggio attraverso cui la Chiesa esprime la sua Fede e il suo culto a Dio. Ascolta il podcast di Radioromalibera.org dedicato alla Liturgia. Ogni mercoledì e domenica alle ore 15 una nuova puntata. ENTRA NEL CANALE TELEGRAM DI RRL > http://telegram.me/radioromalibera VISITA IL SITO WEB DEL PROGETTO > https://www.radioromalibera.org
 
Loading …
show series
 
Da un po' di tempo stiamo seguendo le vicende del popolo eletto e il mistero di salvezza con loro iniziato. E' la storia sacra, la storia della Promessa fatta da Dio, la Promessa che verrà mantenuta sempre, «perché Dio non può smentire se stesso». E' una storia sacra ma essa è anche una storia dell'uomo. La storia della salvezza ma anche la storia …
 
Continua il discorso eucaristico del capitolo sesto del Vangelo di San Giovanni. Il Maestro introduce i suoi discepoli nel mistero eucaristico a tappe. Ha iniziato questa sezione con il miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci. Ora esorta i discepoli a leggere in profondità questo evento e non fermarsi solo sul risultato immediato dello …
 
La misteriosa oscurità, in cui il mistero dell'Eucaristia è avvolto dalla nostra debole visione, si estende in particolare alla domanda in che misura Cristo sia realmente ed effettivamente sacrificato nell'atto della doppia consacrazione. Secondo l'insegnamento della nostra santa fede, dobbiamo tenere fermamente che l'Eucaristia non è solamente una…
 
[Dopo che la folla ebbe mangiato], subito Gesù costrinse i discepoli a salire sulla barca e a precederlo sull'altra riva, finché non avesse congedato la folla. Congedata la folla, salì sul monte, in disparte, a pregare. Venuta la sera, egli se ne stava lassù, da solo.La barca intanto distava già molte miglia da terra ed era agitata dalle onde: il v…
 
In quel tempo, quando la folla vide che Gesù non era più là e nemmeno i suoi discepoli, salì sulle barche e si diresse alla volta di Cafàrnao alla ricerca di Gesù. Lo trovarono di là dal mare e gli dissero: "Rabbì, quando sei venuto qua?".Gesù rispose loro: "In verità, in verità io vi dico: voi mi cercate non perché avete visto dei segni, ma perché…
 
In quel tempo al tetrarca Erode giunse notizia della fama di Gesù. Egli disse ai suoi cortigiani: «Costui è Giovanni il Battista. È risorto dai morti e per questo ha il potere di fare prodigi!».Erode infatti aveva arrestato Giovanni e lo aveva fatto incatenare e gettare in prigione a causa di Erodìade, moglie di suo fratello Filippo. Giovanni infat…
 
La liturgia di oggi ci propone una delle pagine più crudeli del Vangelo: il martirio di Giovanni Battista. Il precursore del Signore lo anticipa anche con l'effusione del sangue in nome della verità. Il suo coraggio è premiato con la corona gloriosa del martirio. La difesa dei valori fondamentali della vita non può ammettere compromessi. E' duro, p…
 
In quel tempo Gesù, venuto nella sua patria, insegnava nella loro sinagoga e la gente rimaneva stupita e diceva: «Da dove gli vengono questa sapienza e i prodigi? Non è costui il figlio del falegname? E sua madre, non si chiama Maria? E i suoi fratelli, Giacomo, Giuseppe, Simone e Giuda? E le sue sorelle, non stanno tutte da noi? Da dove gli vengon…
 
Nel Vangelo di oggi abbiamo una reazione all'insegnamento di Gesù. L'evangelista Matteo precisa dove nasce questa contestazione. Non nelle strade, non tra il popolo dove Gesù ha operato, guarito, consolato e perdonato i peccatori. Nasce nella sinagoga, dove Gesù ha la pretesa di insegnare. La classe colta, che non comprende l'insegnamento di Gesù, …
 
In quel tempo, molti Giudei erano venuti da Marta e Maria a consolarle per il fratello. Marta dunque, come udì che veniva Gesù, gli andò incontro; Maria invece stava seduta in casa.Marta disse a Gesù: «Signore, se tu fossi stato qui, mio fratello non sarebbe morto! Ma anche ora so che qualunque cosa tu chiederai a Dio, Dio te la concederà».Gesù le …
 
La liturgia benedettina associa alla memoria di Marta quella di Maria e Lazzaro definiti ospiti del Signore. Il brano evangelico, tratto da San Luca è caratterizzato proprio dall'accoglienza del Signore. Le due sorelle, in due modi diversi accolgono lo stesso Gesù. L'una è preoccupata a pulire la casa e rendere accogliente l'ambiente che deve esser…
 
Son trascorsi più di ottant’anni dalla prima pubblicazione del libro Introduzione allo studio di Dio di padre Réginald Garrigou-Lagrange, domenicano, pubblicazione avvenuta nel 1937; eppure l’opera è rimasta intatta nella sua grandiosità, nel suo valore e nella sua efficacia, offrendo un prezioso apporto, per orientare ed indirizzare l’uomo contemp…
 
L'azione Sacrificale Eucaristica (actio sacrifica) consiste nella doppia consacrazione, mediante la quale il Corpo e il Sangue di Cristo, sotto le apparenze del pane e del vino, sono posti nella condizione di sacrificio e, quindi, sacrificati. – Tutte le preghiere, le cerimonie e le azioni che in parte precedono e in parte seguono la consacrazione …
 
Come Eterno Sommo Sacerdote secondo l'ordine di Melchisedech Cristo non cessa e non cesserà fino alla consumazione del tempo di offrire Se stesso nella Messa al suo Padre Celeste; ma ora non lo fa più da solo in modo personale e visibile, come ha fatto nell'Ultima Cena e sulla Croce, ma in modo invisibile e con l'assistenza di un rappresentante uma…
 
È lo stesso autore, il canonico Pierre Feige, a spiegare bene, in modo quasi programmatico, il senso della sua opera Santificare il momento presente: quello di mettere in guardia contro il pericolo temibile per le anime di perder tempo o attardarsi nel cammino che conduce al Cielo: «Il meglio di tutto non è forse ciò che Dio vuole da noi al present…
 
È fuori discussione, che nella Santa Messa Cristo non è solo la Vittima sacrificata, ma anche il Sacerdote che sacrifica (sacrificium et sacerdos mirabiliter et ineffabiliter constitutus – Orazione di S. Ambrogio); perché, "come Egli ha una volta offerto Se stesso sulla Croce, ora Egli offre Se stesso anche sull'altare, ma in modo incruento e attra…
 
Tutto ciò che abbiamo dimostrato dalla parola scritta e la parola tradizionale di Dio, è stato dichiarato solennemente e formalmente dalla infallibile Chiesa nel Concilio di Trento, con la definizione che nella Santa Messa viene offerto al Dio Uno e Trino "un vero e proprio Sacrificio" (verum et proprium sacrificium). Questa verità rivelata della s…
 
Tra le numerose testimonianze della presa di Porta Pia del 20 settembre 1870, segnaliamo il diario inedito di un protagonista di quei giorni, Raffaele Mogliazzi, convinto e fervente “papalino”. Mogliazzi fu sergente nel corpo dei volontari pontifici, costituito dal principe Lancellotti (i cosiddetti “caccialepre”), che raccoglieva diversi giovani d…
 
Il carattere sacrificale della Messa è ancora più enfaticamente simboleggiato in un dipinto che si trova nella cosiddetta "cappella del Santuario" dello stesso cimitero. Sulla parete principale, adiacente alla tomba del martire o all'altare, è dipinta una tavola a tre gambe su cui sono rappresentati pane e un pesce; di fianco alla tavola si trova d…
 
La più antica e, allo stesso tempo, più importante rappresentazione del Servizio eucaristico risale all'inizio del secondo secolo, e si trova nella cosiddetta "Cappella greca" nella Catacomba di S. Priscilla. Si compone di un ciclo continuo di affreschi, il cui centro mostra la frazione del pane (fractio Panis). Poiché l'artista ha posto questa par…
 
L’approccio dell’architetto brasiliano Christiano Sacha Fornaciari, specializzato in architettura e arte per la liturgia, alla progettazione di una chiesa, prefigurazione spaziale e sensoriale della Gerusalemme celeste, consiste nel render evidente a quanti entrino d’aver varcato il fanum ovvero d’aver oltrepassato la soglia del sacro: «La chiesa-e…
 
I passaggi precedenti dei Padri sono una prova sufficientemente valida del carattere sacrificale dell'Eucaristia. Ad essi è allegata un'altra prova che, se possibile, è ancora più chiara e convincente. Alludiamo alle prove dei venerabili documenti e monumenti della liturgia ecclesiastica. Essi contengono un ricco tesoro delle verità della salvezza;…
 
Ricchi di profondo insegnamento sul sacrificio dell'Eucaristia sono gli scritti di S. Agostino († 430). “Abramo era allora, in verità, benedetto da Melchisedec, che era sacerdote dell'Altissimo Dio. Di questi ultimi molte cose notevoli sono scritte nella Lettera agli Ebrei. Poi è apparso per la prima volta (in senso figurato) il Sacrificio che è at…
 
Faà di Bruno, dodicesimo e ultimo figlio di Lodovico Faà, marchese di Bruno, dopo aver frequentato l’Accademia militare, fu nominato ufficiale, distinguendosi negli studi geografici e nella cartografia. Nel 1848-1849 partecipò alla prima guerra di Indipendenza italiana, quando venne decorato e promosso capitano di Stato Maggiore.…
 
S. Cipriano († 258) in diversi punti elabora stupendi sentimenti riguardanti il Santo Sacrificio della Messa. Chiede ai sacerdoti di essere irreprensibili, dedicandosi di giorno e di notte a cose celesti e spirituali. – Secondo il suo insegnamento, la facoltà di celebrare il Santo Sacrificio costituisce il più bel ornamento e ghirlanda d'onore del …
 
Il saggio, scritto dal conte Joseph de Maistre nel 1809 e pubblicato a Pietroburgo ed a Parigi nel 1814, rappresenta una delle espressioni più compiute di letteratura controrivoluzionaria in un periodo dominato dai furori giacobini e dalla dittatura dei Lumi.Di radioromalibera.org
 
Negli scritti di S. Crisostomo († 407), troviamo molte importanti spiegazioni relative al sacrificio dell'Eucaristia. Con stupore loda la dignità del sacerdozio cristiano, che "non un uomo, non un angelo, né un arcangelo, né qualsiasi altro potere creato, oltre lo Spirito Santo stesso che lo istituì.” Egli mostra quale purezza e timore di Dio sono …
 
La Chiesa cattolica celebra in questi giorni la festa liturgica di san Pio V (1566-1572), il 30 aprile secondo il nuovo calendario, il 5 maggio secondo l’antico. Quest’anno ricorre anche il 450° anniversario della grande vittoria di Lepanto, avvenuta il 7 ottobre del 1571, grazie alle preghiere e all’opera infaticabile del grande pontefice domenica…
 
Isacco di Antiochia († tra il 459 e il 461) in un poema "Sulla Fede" canta: "Ho visto il vaso mescolato della fede, che è stato riempito di sangue invece che di vino; e invece del pane è stato posto sulla tavola il corpo ucciso. Vidi il sangue e rabbrividii; il corpo sacrificato e il terrore mi afferrò".…
 
L’autore, il prof. Marco V. Ginatta, non ha dubbi e pone in chiaro sin dall’inizio, dall’incipit del libro, le conclusioni cui è giunto dopo anni di approfondimenti e di studi: «Dopo oltre un secolo di ricerche scientifiche e con la mole di dati raccolti, non è più lecito sostenere punti di vista personali, opinioni soggettive e pareri secondo me, …
 
Tra queste prove si possono considerare anche le belle parole che si dice siano state indirizzate da S. Andrea, Apostolo, al proconsole che gli aveva ordinato di offrire un sacrificio agli dei pagani. Gli Atti del Martirio di questo Apostolo le riportano come segue: "Ogni giorno presento a Dio Onnipotente un sacrificio vivente. . . . Ogni giorno of…
 
«Come si fa a rendere visibile l’invisibile?»: è la domanda che fin dall’inizio si pone Mario Dal Bello, scrittore, giornalista, professore di storia dell’arte presso la Pontificia Università Lateranense. Ma è anche la domanda che da sempre si pone il Cristianesimo, ancor più quando a dover essere reso visibile è il mistero della Trinità, uno dei p…
 
Per rendere completa la nostra dimostrazione, proveremo ora l'esistenza del Sacrificio Eucaristico dall'altra fonte della fede, cioè la tradizione divina. Come "la colonna e il fondamento della verità" (I Tim. 3, 15) la Chiesa cattolica ha sempre e ovunque creduto e insegnato che la Santa Messa è un vero sacrificio l'unico e perpetuo sacrificio del…
 
Loading …

Guida rapida

Google login Twitter login Classic login