Bella, Confcommercio: "Nel settore dei trasporti il 14% delle imprese è a rischio chiusura"

 
Condividi
 

Manage episode 284444684 series 1274454
Creato da Radio 24 Il Sole 24 ore and Radio 24, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
Nel 2020 passeggeri dimezzati mentre il calo del flusso delle merci si è assestato a quota - 18,7%. Per quanto riguarda le varie modalità, più significativa la diminuzione delle merci trasportate via gomma, - 25,8%, e via aereo, - 23,6%. Per i trasporti via ferrovia e via nave la flessione è stata intorno al 7%.
Sono i dati contenuti nel rapporto dell'Osservatorio Congiunturale Trasporti dell'Ufficio Studi di Confcommercio, realizzato in collaborazione con Conftrasporto.
"Il sistema sostanzialmente ha tenuto - dice Mariano Bella, direttore dell'Ufficio studi di Confcommercio - ma molte aziende faticano a tenere se non ci sarà una decisa ripresa e se non arriveranno ristori. Abbiamo calcolato che nel settore dei trasporti il 14% delle aziende è a rischio, parliamo di 16 mila imprese".
Rispetto al "Pnr" visto dal mondo della logistica, Emanuela Bertoni, presidente di Unitai, sollecita più attenzione alla manutenzione delle infrastrutture e un occhio di riguardo alla questione delle aree di sosta attrezzate per i mezzi pesanti. "Fondamentale mettere la pubblica amministrazione nella condizione di snellire gli adempimenti burocratici, penso per esempio alle revisoni; sul fronte della transizione energetica, non vanno demonizzati gli Euro VI", ha aggiunto Bertoni.

356 episodi