Border Nights, puntata 323 (Serena Perfetti, Luciano Madon, Denise Cannas 22-10-2019)

5:47:08
 
Condividi
 

Manage episode 244958348 series 97282
Creato da Border Nights - Wrn, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
Quinta puntata della stagione 2019-2020 di Border Nights – La notte ai confini in diretta dalle 22 su Web Radio Network e poi in podcast su Spreaker, YouTube, Spotify, Itunes. Ospiti della puntata Serena Perfetti e Luciano Madon per parlare di ricerche nel campo delle cosiddette interferenze aliene, Denise Cannas del gruppo Uttern e Claudio Marucchi nella rubrica delle interviste di Spazio Interiore. Ad aprire la serata la nuova rubrica di Pietro Ratto, particolarmente attesa.
INTERFERENZE ALIENE: SERENA PERFETTI e LUCIANO MADON
Serena Perfetti
Primo collegamento della serata con Serena Perfetti e Luciano Madon di Operatori per Addotti. ” Siamo un team di ricerca in campo ipnologico. In particolare ci occupiamo della risoluzione, in ambiente ipnotico o paraipnotico di quei fenomeni definiti “interferenze aliene”, e di tutte le componenti limitanti che ne derivano. L’associazione nasce dalla collaborazione della Dott. Serena Perfetti, educatore professionale, con il Dott.Luciano Madon, ipnologo di “lungo corso”. Entrambi con l’obbiettivo di dare nuovo impulso alla ricerca alienologica, da troppo tempo messa in cantina da quegli studiosi italiani che ritenevano di aver “compreso tutto degli alieni”e che non bisognasse più occuparsene, soprattutto mediante tecniche ipnotiche, e che, chi se ne fosse occupato, era un addotto o interferito, usando questo termine con un’accezione negativa, assimilabile a incapace o cretino. Noi invece, vista la scarsità di risultati che scaturivano dalle tecniche di chi sosteneva si “dovesse fare da soli”, decidevamo di ripartire,azzerando tutto, con il preciso obbiettivo di comprendere gli errori, laddove ne fossero stati compiuti, sanarli, ed offrire una tecnica che permettesse agli addotti di liberarsi nel più breve tempo possibile. Non solo, ma bisognava anche comprendere come mai le vite degli addotti e delle persone sino ad allora liberate andasse a rotoli, nella più rosea delle ipotesi. Doveva esistere un motivo scatenante perchè la vita di un interferito fosse una lunga, dolorosa, austerità. La scoperta del “piano psicologico alieno” da parte della dott. Perfetti era il tassello che era mancato a tutti gli studiosi del mondo per comprendere appieno il cuore degli effetti del fenomeno; non solo, ma costituiva la base di elaborazione di tecniche molto più efficaci delle precedenti, nonchè il pilastro essenziale della nuova ricerca da noi inaugurata. L’obbiettivo è quello di fornire strumenti per la liberazione individuale basati sulla fornitura di competenze educative, atte a sanare gli effetti del piano psicologico. Molto c’è ancora da fare in tal senso, poichè, tramite le tecniche da noi adottate, si stanno aprendo scenari rivoluzionari per ciò che riguarda la comprensione in toto del fenomeno. Sarà nostra cura informarVi quasi in tempo reale sulle novità che si parano davanti ai nostri occhi”
UTTERN E LA MUSICA PAGANO-SCIAMANICA
Denise Cannas – Uttern
Nella seconda parte sarà con noi Denise Cannas, frontwoman del particolarissimo gruppo musicale delle Uttern. Una realtà unica nel panorama italiano ed europeo, che unisce potenza e femminilità in un mix esplosivo di musica pagano-sciamanica. In pochi anni hanno guadagnato l’attenzione e l’affetto di migliaia di fan, suonando nei più grandi festival italiani di musica celtica quali il MONTELAGO CELTIC FESTIVAL, MONTERENZIO CELTICA, BUNDAN CELTIC FESTIVAL, TRISKELL e molti altri. Il loro successo nasce dalla genuina connessione con il femminile sacro, la Madre Divina e l’antico sentire dell’Europa Pagana, che il pubblico vive e fa vibrare dentro di sé in ogni spettacolo. Il loro concerto è un grande rituale musicale, dove dove gli elementi acqua-fuoco-terra-aria si uniscono al quinto, lo Spirito. La musica, la sacralità e la danza diventano un tutt’uno, a volte vorticoso, a volte mistico, col fine di celebrare la Vita in tutta la sua pienezza. Il loro primo EP, tanto atteso, è uscito il 21 settembre 2018, con eccellenti risultati: nel primo mese “Gudinna” conquista il terzo posto della classifica Amazon.it di musica folk e in poco meno di due mesi supera i 1000 ascolti su Spotify.
Denise ha scelto di chiamarlo “Uttern” poiché esso è il suo nome tribale nel Clan cui appartiene e di cui è portavoce. Denise è una sciamana dell’antica spiritualità pagana europea. Fin da piccola ha manifestato dei talenti molto particolari. Nata in una famiglia semplice di base cristiana, dove la ricerca spirituale non era considerata, fin dai primi anni della sua vita ha avuto ricordi di altri tempi e luoghi, cosa che trovava impreparata la sua famiglia. Poi però a 13 anni, quando afferma che queste erano memorie di altre vite e non fantasie, i suoi familiari comprendono che si trattava di una sua presa di coscienza autentica, che inquadrava tutti gli episodi che fin da bambina erano “anomali”. Inizia quindi a 14 anni a cercare risposte, sia in modo spirituale che scientifico, partendo dal cristianesimo per poi spostare la sua attenzione anche su altre culture spirituali. Appena compiuti 18 anni compie il suo primo viaggio in India, vivendo in monasteri di diverse religioni, tra cui ashram, induisti o shivaiti, vivendo per un mese ad Dharamshala (l’attuale residenza del Dalai Lama), alcuni periodi passati con gli sciamani andini in Perù, e con sciamani della tradizione nativa americana. Ha viaggiato molto in tutto il mondo sempre alla ricerca della verità, sempre pronta a dare tutta se stessa per questo. Oltre allo studio della reincarnazione con medici e scienziati di fama internazionale, per lei era importante trovare il filo conduttore che univa la lucentezza delle anime speciali che aveva incontrato in ogni cultura, Maestri e Maestre di varie religioni e spiritualità, dai nativi ai lama tibetani, dai francescani agli sciamani andini. Anche la laurea in lingue e culture asiatiche è stata fatta per approfondire questo percorso e negli anni ha collaborato a progetti anche all’estero nel campo della musicoterapia e dell’archeoacustica, nell’aiuto terapeutico delle persone che arrivavano sul suo cammino con problematiche legate alla spiritualità, a blocchi emotivi, a paure e quant’altro. Aiuta le persone con il counseling mirato su problematiche riguardanti il de-condizionamento religioso e la trasformazione personale, mantenendo sempre il rispetto per ogni tipo di percorso spirituale. Ha trovato nella cultura e spiritualità dell’Europa Antica le sue radici, in quanto proprie della terra in cui è nata. Sono radici antiche, in comunione con i ritmi della natura, i movimenti e lo studio del cosmo, la ricerca dell’armonia e dell’evoluzione dell’anima. Per lei la musica non è la protagonista ma l’espressione di un sentire spirituale profondo, innato in lei fin dalla sua nascita, un meraviglioso mezzo per trasmettere la vibrazione del cuore agli altri, perché va direttamente a toccare l’anima.
LE RUBRICHE DI BORDER NIGHTS
Nel corso della puntata sarà Claudio Marucchi il protagonista dell’intervista curata da Spazio Interiore. Tornerà poi la ruota libera con Paolo Franceschetti, La Campana dello zio Tom, con Tom Bosco, la scheda del Maestro di Dietrologia, Sulle ali di Hermes con Federica Francesconi e la biblioteca di Barbara Marchand.

443 episodi