Il trasferimento di CR7 alla JUVENTUS ||| Successo o FALLIMENTO?

15:43
 
Condividi
 

Manage episode 305270126 series 2939597
Creato da CRONACHE DI SPOGLIATOIO, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
3 aprile 2018. Juventus Stadium. Andata dei quarti di finale di Champions League. Di fronte, i bianconeri padroni di casa e i campioni in carica del Real Madrid. La vigilia era stata descritta dai media come la rivincita di Cardiff, ma in campo è tutta un’altra storia. Dopo tre minuti, Cristiano Ronaldo porta avanti i blancos. Poi, al minuto 64, realizza uno dei gol più belli della storia della competizione. Cross dalla destra. CR7, in mezzo all’area, con una rovesciata stupenda, manda il pallone nell’angolino. Due a zero. L’intero catino torinese applaude il rivale più forte. La gara finirà 3-0, ma non è questo quello che conta. Perchè da quel meraviglioso gesto tecnico sta per nascere una delle trattative di mercato più impensabili di sempre. LA TRATTATIVA Quando le due squadre si ritrovano contro, per il match di ritorno al “Bernabeu”, nessuno può intuire che, nelle ore precedenti alla gara, sia avvenuto un incontro misterioso e segreto. Un faccia a faccia. Da una parte Jorge Mendes, uno dei procuratori più potente al mondo. Dall’altra Fabio Paratici, braccio destro di Beppe Marotta alla Juve. L’uomo che gestisce tutte le trattative di mercato dei bianconeri. Paratici si complimenta con Mendes per la prestazione di Ronaldo. La risposta dell’agente però lascia spiazzato il ds juventino. “Cristiano vuole andare via da Madrid. E vuole solo la Juve”. Nessuno, nemmeno il tifoso bianconero più ottimista e sognatore può immaginarsi CR7 a Torino. È vero che la Juventus è, da qualche anno, tornata nel gotha del calcio europeo. Scudetti e coppe nazionali a ripetizione. Due finali di Champion’s. Ma qui c’è di più. Qui stiamo parlando del calciatore, se non più forte al mondo, più vincente e dominante. Paratici non ne parla con nessuno, ma quando i due si rivedono a Milano, a maggio, per chiudere il trasferimento a Torino di Cancelo, Mendes rilancia. “Cristiano vuole solo top team, con una grande storia e un futuro vincente”. La conferma che il portoghese vuole cambiare aria arriva dopo la finale di Champions League. Il 7 dei blancos, dopo la conquista della terza coppa di fila, non festeggia con i compagni. Con un cenno chiama il giornalista Rodrigo Faez e alla domanda dell’intervistatore sul suo contratto risponde “È stato bello giocare nel Real Madrid, valuterò il mio futuro”. È tutto vero, Florentino non è disposto a rinnovargli il contratto alle cifre richieste. Cristiano, dopo aver scritto la storia del Madrid, vuole andarsene. Paratici inizia a muoversi. Sa che, per rilanciare la squadra, a fine ciclo dopo sette scudetti consecutivi, ci vuole un grande shock. Tempo dopo, in una intervista alla Gazzetta dello Sport, dichiarerà che l’obiettivo numero uno era Mauro Icardi dell’Inter. Ma l’occasione Ronaldo è troppo grossa. Andrea Agnelli prima crede si tratti di uno scherzo. Poi, numeri alla mano, dà il suo ok e, a questo punto, a Mondiale in corso, parte la trattativa vera e propria. All’inizio sembrano solo gossip. Sparate da calcio mercato. Marotta, ad ogni domanda sul giocatore, non conferma e non smentisce e questo, per gli esperti in materia, significa solo una cosa: che è questione di tempo, perchè la Vecchia Signora è sul giocatore. Il ragazzo, intanto, è stato eliminato agli ottavi del Mondiale dall’Uruguay e si trova in vacanza in Grecia. Con Zidane in partenza e il feeling con Florentino Perez ai minimi termini, non esiste che resti in Spagna. La destinazione più probabile: l’amato United. Voci di corridoio danno per certo l’arrivo a Old Trafford, anche grazie all’intercessione di Sir Alex. Ma la Juve non molla. Giorno dopo giorno le notizie prendono conferma e, quando sembra che la trattativa entri in una fase di stallo, ecco che da Torino calano l’asso. Il pomeriggio di martedí 10 luglio, dall'aeroporto di Caselle, decolla un jet privato. A bordo Andrea Agnelli. Destinazione: Costa Navarino, il luxury residence dove Cristiano sta passando le vacanze. Le foto parlano chiaro. Nessuno si nasconde. La Juve sta per acquist

45 episodi