Sony, Fujifilm, Kodak e Carlo Gavazzeni Ricordi a Discorsi Fotografici!

1:44:22
 
Condividi
 

Manage episode 285472574 series 21902
Creato da Discorsi Fotografici, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.

Fotobar con il nostro Enrico Fonzo in cui toccheremo anche temi analogici a lui molto cari. L’intervista è con l’eclettico artista-fotografo Carlo Gavazzeni Ricordi.

Fotobar

Ecco di cosa abbiamo discusso in questa puntata:

La nuova ammiraglia di Sony: A1

Fujifilm risponde con la GFX 100S

La Royal Photographic Society mette a disposizione l’intero archivio del Magazine dal 1856

Fujifilm non produrrà più la pellicola PRO 400H

Kodak Alaris vende la produzione di pellicole ai cinesi

L’intervista

Carlo Gavazzeni Ricordi nasce a Milano nel 1965 dove vive e lavora. Appartenente ad una famiglia da generazioni legata alla storia della musica, cresce nelle principali istituzioni musicali e all’amata Scala di Milano, dove suo nonno, il maestro Gianandrea Gavazzeni, compositore, musicologo e saggista, dirige dal 1944 al 1995 oltre 90 titoli inaugurando 9 volte la stagione. È figlio di Madina Ricordi, la cui famiglia ha fondato e gestito la più importante casa editrice musicale italiana ancora in attività: Casa Ricordi segue il melodramma italiano con i capolavori di Gioacchino Rossini, Vincenzo Bellini, Gaetano Donizetti, Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini e molti altri, introducendo il concetto di “diritto d’autore” Laureato in Giurisprudenza, Carlo decide di abbandonare la carriera d’avvocato per seguire le tracce della passione artistica, innata in famiglia. Ancora bambino trova una Leica M4 di suo nonno e, ispirato dall’atmosfera teatrale, scatta ritratti in bianco e nero affascinato dall’immediatezza del mezzo fotografico. Alla scomparsa del Maestro Leonard Bernstein
nel 1990 e del Maestro Gavazzeni nel 1996 – personalità che hanno nutrito e formato la sensibilità del giovane fotografo- per colmare il vuoto di questo duplice lutto, Carlo avrà il coraggio di mettersi in gioco in prima persona come “artista”. Comincia con una nuova macchina fotografica, una Linhof, ad esplorare nuove possibilità espressive

175 episodi