Via "normale" da shampoo e creme: la svolta inclusiva di Unilever

 
Condividi
 

Manage episode 291415199 series 106703
Creato da Radio 24 Il Sole 24 ore and Radio 24, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
Via la parola "normale" abbinata a pelle e capelli dalle confezioni di shampoo e prodotti skincare: questa la svolta decisa da Unilever all'insegna del concetto di "positive beauty", perché ogni tipo di pelle o di capelli ha le sue caratteristiche e nessuna di queste è "anormale". La decisione della multinazionale, proprietaria di oltre 400 brand, ricorda un'altra svolta avvenuta qualche anno fa, sempre nella cosmetica, quando a finire sotto accusa fu la dicitura "anti-age", espressione che presuppone il fatto che l'invecchiamento sia, anziché un processo naturale da accompagnare, qualcosa da combattere per rispondere a un canone di bellezza. Eccesso di politically correct, strategia di marketing o segno di un vero e proprio cambio culturale?
Focus sui trend dedicato invece ai consumi culturali: dalla street art nelle città del mondo alle performance teatrali, fino al museo subacqueo: un viaggio nelle dimensioni possibili di musei, gallerie e teatri, digitali ma non solo.

422 episodi