SPID – SISTEMA PUBBLICO DI IDENTITA' DIGITALE

5:29
 
Condividi
 

Manage episode 290386508 series 2168208
Creato da Fisco Relax, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/spid/identity-provider-accreditati
SPID – SISTEMA PUBBLICO DI IDENTITA' DIGITALE
Perché richiederlo
Buongiorno da Gabriella, benvenuti a fisco relax.
Alzi la mano chi di voi non ricorda le lunghe code agli sportelli dell'INPS,
dell'Agenzia delle Entrate, del Comune o di qualsiasi Ufficio pubblico,
oggi è davvero tutto cambiato: si comunica online dallo smartphone o dal
PC.
Non sta a me giudicare se questo cambiamento sia in meglio o in peggio,
ci sono sempre vantaggi e svantaggi in ogni cosa.
L'unica osservazione che mi sento di fare è che la situazione in cui ci
siamo trovati in maniera inaspettata ed improvvisa ha accelerato in modo
vertiginoso il passaggio dallo sportello fisico a quello virtuale, creando a
volte confusione e sconcerto nei cittadini e non solo...
Scarica la APP, si sente negli spot pubblicitari, e puoi comprare,
consultare, inviare, scaricare e così via.
Da non molto anche la Pubblica Amministrazione usa la stessa filosofia.
Vediamo come
.
Bisogna dotarsi dello SPID, cioè il sistema pubblico di identità digitale.
Ogni cittadino deve esserne in possesso per accedere ai portali dei Pubblici
Uffici: Agenzia delle Entrate, INPS, Clicklavoro, POSTE, COMUNI ecc.
e richiedere prestazioni, inviare domande e consultare la propria posizione
fiscale e previdenziale da casa con uno smarphone, un tablet o un PC.
Facciamo degli esempi: l'INPS da tempo non invia più a casa il dettaglio
mensile della pensione, sul portale è disponibile e si può consultare e
stampare. Oppure voglio sapere quanti contributi sono stati versati e mi
serve l'estratto contributivo, sul sito posso verificarlo e stamparlo.
Ultimamente anche il Portale dell'automobilista sul quale si possono
vedere le informazioni sui propri veicoli, sui punti della patente ecc.
prevede l'accesso con SPID.
Come si richiede:
innanzi tutto è necessario avere un cellulare e un indirizzo email, quindi
si cerca su internet un Provider abilitato.
I Providers sono i fornitori o gestori del servizio , si trovano a questo
indirizzo
https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/spid/identity-provider-accreditati
e si sceglie quello che si preferisce. La maggioranza dei providers offre
questo servizio a pagamento con diverse tariffe, al momento solo due, di
cui Poste Italiane, lo erogano gratuitamente.
Si accede al sito del gestore scelto ci si registra avendo a portata di mano
la carta d'identità, il tesserino sanitario, l'indirizzo email e il cellulare
quindi si seguono passo passo le istruzioni.
Per ottenere lo SPID è necessario essere autenticati, cioè bisogna
dimostrare di essere “noi” facendo vedere il proprio viso con il
riconoscimento facciale tramite la videocamera dello smartphone o del
tablet, immagine che deve corrispondere alla foto del documento d'identità
inviato online durante la registrazione.
Per avere maggiori dettagli, in rete esistono ottimi tutorial che spiegano
come registrarsi e autenticarsi. Potete trovare quello delle Poste a questo
link:
https://www.youtube.com/watch?v=iApwtliH2IQ
Comunque per i meno informatizzati e per chi vuole risparmiare, il
servizio di Poste Italiane è quello più adatto. Una volta registrati al sito, si
fissa un appuntamento all'ufficio postale più vicino muniti di carta
d'identità e tesserino sanitario e sarà l'impiegato a riconoscere che siete
proprio voi e vi abiliterà lo SPID.
Richiederlo vi aprirà un mondo di accessi sui siti della Pubblica
Amministrazione per entrare nel vostro mondo fiscale, previdenziale e non
solo.
Avere lo SPID è utilissimo anche se vi rivolgete al vostro CAF di fiducia,
infatti sarà più semplice comprendere e risolvere i problemi delle vostre
pratiche.
Vi do un consiglio: se non avete confidenza con smartphone, tablet o
computer, insomma con tutte le diavolerie digitali, coinvolgete i figli, i
parenti o gli amici più tecnologici e chiedetegli aiuto. In questo momento
in cui ci sentiamo tutti più chiusi e isolati, anche questo è un modo per
socializzare e stare vicini.
Per oggi vi saluto e alla prossima.

54 episodi