Focus economia del giorno 10/08/2020: Decreto agosto, c'è l'intesa su licenziamenti e Cig

 
Condividi
 

Manage episode 269303062 series 19313
Creato da Radio 24 Il Sole 24 ore and Radio 24, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
L'intesa sembra finalmente arrivata riguardo al blocco dei licenziamenti. Come confermato dal ministro dell'Economia Roberto Gualtieri, se non ci saranno ulteriori ribaltoni, la soluzione dovrebbe essere un giusto compromesso. Il Movimento 5 Stelle chiedeva una proroga fino al 31 dicembre 2020, il Pd la anticipava al 15 ottobre.
I licenziamenti per "giustificato motivo oggettivo" sono bloccati dal 17 marzo del 2020 e la sospensione dovrebbe adesso essere prorogata al 15 novembre, un mese in più rispetto alla data contenuta nella bozza, con alcune limitazioni.
Ora, le aziende che hanno a disposizione ancora una parte delle 18 settimane di cassa integrazione non potranno licenziare. Quelle che invece le 18 settimane le hanno esaurite, sì.
- Dl Agosto, nuovo stop per 8 milioni di cartelle ma 6 debitori su 10 versano lo stesso:
Sospensione prorogata fino al 15 ottobre, in pratica un mese e mezzo in più rispetto alla scadenza del 31 agosto che era stata fissata dal decreto Rilancio.
Un mese e mezzo in più destinato a far lievitare ulteriormente il numero di cartelle in stand by rispetto alle precedenti stime di 6,7 milioni. In questo modo si dovrebbe sfondare il muro degli 8 mln di cartelle.
La proroga è un'arma a doppio taglio perchè tutti i pagamenti rinviati andranno poi recuperati in strettissimo tempo in forma ultraconcentrata entro metà novembre.
- Guerra Usa-Cina in scena su TikTok:
Dopo averlo per giorni minacciato, il presidente americano Donald Trump ha firmato un decreto che vieta le transazioni con i proprietari cinesi delle app TikTok e WeChat e che spinge così di fatto la cinese ByteDance a vendere la partecipazione nelle operazioni di TikTok negli Usa. "Ogni società che continuerà a fare affari con TikTok fra 45 giorni - ha detto Trump - sarà soggetta a sanzioni". Prima della firma del presidente Usa, il Senato Usa aveva approvato all'unanimità la legge che vieta l'uso dell'app cinese Tik Tok ai dispositivi di tutti i dipendenti federali.
OSPITI: Avv. Giampiero Falasca, esperto di lavoro, firma de Il Sole 24 Ore, Giovanni Parente, Sole 24 Ore, Enrico Pagliarini, Radio

1230 episodi