Focus economia del giorno 16/01/2020: Prestiti alle imprese

 
Condividi
 

Manage episode 250474488 series 19313
Creato da Radio 24 Il Sole 24 ore and Radio 24, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
Caduta, a novembre, dei prestiti bancari alle imprese che segnano un -1,9%. E' il dato peggiore dal maggio 2015 e l'Abi, nel suo rapporto mensile, segnala come sia attribuibile alla caduta della domanda di investimenti e di operazioni straordinarie e alle prospettive non positive per l'economia italiana ed europea. Il calo, sottolinea l'associazione, arriva nonostante i tassi sui prestiti restino ai minimi storici e vi sia liquidita' abbondante assicurata dalle misure straordinarie della Bce e infatti non tocca l'andamento dei mutui alle famiglie (+2,5%). In particolare, sottolinea l'Abi, l'Italia sconta ancora il mancato recupero degli investimenti. Rispetto al periodo pre-crisi, il 2008, si registra un -17% degli investimenti che sono la componente piu' dinamica, assieme alla crescita esterna, nell'andamento dei prestiti.
Cantiere aperto sul Fisco: sgravi sul lavoro:
Per l'operazione "taglia-cuneo" spunta il doppio binario: il mantenimento del bonus 80 euro introdotto dal governo Renzi per redditi da 8.200 e fino a 20mila euro, maggiorato di ulteriori 20 euro (da erogare forse sotto forma di assegno); dopo i 20mila euro, invece, e fino a 35/40mila euro di reddito l'estensione, totale o parziale, degli 80 euro, ma sotto forma di detrazione d'imposta. Sarebbe questa una delle ipotesi tecniche allo studio al ministero dell'Economia. La platea interessata è di 14 milioni di contribuenti (11,7 mln riceverà il bonus di Renzi rafforzato: da 80 a 100 euro; 80 euro riguarderanno 2,4 mln di contribuenti che oggi non hanno diritto al bonus di Renzi; 900 mila persone riceverà un bonus decrescente all'aumentare del reddito).
Autostrade
cda di Autostrade per analizzare il nuovo piano industriale 2020-23.
Autostrade per l'Italia lavora alla proposta di un nuovo piano di investimenti: La forbice oscilla tra i 2 e i 2,5 miliardi di euro per i prossimi tre anni.
Un consiglio di amministrazione che cade alla vigilia del consiglio dei ministri dal quale non dovrebbe uscire una decisione formale sul tema della revoca delle concessioni.
È possibile che il dossier slitti ancora di altri giorni, ma la revoca sembra decisa, stando a quanto fatto filtrare da Palazzo Chigi. Il premier Conte si sarebbe deciso a togliere la gestione delle autostrade ai Benetton e così come messo nero su bianco nel decreto milleproroghe, far subentrare Anas.
OSPITI: Stefano MANZOCCHI, direttore dipartimento economia e finanza LUISS, Gianni Trovati, Il Sole 24 Ore, Laura Galvagni, il Sole 24 Ore.

1080 episodi