Il commissariamento dell'Anpal

 
Condividi
 

Manage episode 292439005 series 19313
Creato da Radio 24 Il Sole 24 ore and Radio 24, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
Il ministro del lavoro Andrea Orlando ha messo a punto un'operazione per far voltare pagina all'Anpal, l'Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro che ora fa capo a Domenico Parisi. Sono tre i passaggi dell'operazione: si parte nel decreto Sostegni bis con il commissariamento dell'Agenzia, con l'uscita del presidente attuale Parisi e la nomina di un commissario (circola il nome del segretario generale del ministero del Lavoro Raffaele Michele Tangorra); il secondo step prevede che la nuova governance sia ispirata al modello delle Agenzie fiscali, con a capo un direttore generale che risponde direttamente al ministro competente; il terzo passaggio consiste della creazione di una direzione Politiche attive presso il ministero del Lavoro, per riportare le funzioni di indirizzo e coordinamento dentro il ministero del Lavoro.
Retromarcia di Musk su bitcoin
Elon Musk fa retromarcia sul Bitcoin e la criptovaluta è arrivata a perdere il 16% scendendo da 51.000 ad un minimo di 46.045 euro. Su Twitter il padron di Tesla ha mostrato preoccupazione per l'utilizzo di fonti fossili nella produzione del bitcoin, annunciando che il gruppo non lo accetterà più come forma di pagamento delle auto del marchio, preferendo eventuali altre criptovalute che generano minore inquinamento. Proprio Musk aveva fatto la fortuna del Bitcoin quando, qualche mese fa, aveva annunciato che Tesla aveva investito 1,5 miliardi di dollari nella moneta digitale e aveva dichiarato che avrebbe consentito ai potenziali acquirenti delle auto elettriche di effettuare pagamenti in Bitcoin.
Rapporto Italia 2021 dell'Eurispes
La crisi dovuta dalla pandemia pesa sulla percezione degli italiani della situazione economica nel Paese: otto su dieci (il 79,5%) avvertono un peggioramento (netto 54,4% o in parte 25,1%) dell'economia nazionale negli ultimi dodici mesi. E rispetto al futuro prevale un sentimento di pessimismo. Nel Rapporto Italia 2021, l'Eurispes ha misurato le opinioni e rilevato i cambiamenti nelle abitudini di consumo nell'anno del Covid
Ospiti: Giorgio Pogliotti, Il Sole 24 Ore, Pierangelo Soldavini, Il Sole 24 Ore, Gian Maria Fara, presidente dell'Eurispes.

1639 episodi