Federico Giudiceandrea

27:36
 
Condividi
 

Manage episode 302776609 series 1243781
Creato da IL POSTO DELLE PAROLE, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
Federico Giudicendrea
curatore della mostra
"Escher"
Palazzo Ducale di Genova
https://www.mostraescher.it/
Palazzo Ducale di Genova è pronto ad accogliere, fino al 20 febbraio 2022, la
più grande e completa mostra antologica dedicata al grande genio olandese Maurits Cornelis
Escher, oggi uno degli artisti più amati a livello globale e i cui mondi impossibili sono entrati
nell’immaginario collettivo rendendolo una vera icona del mondo dell’arte moderna.
Con oltre 200 opere e i suoi lavori più rappresentativi come Mano con sfera riflettente (1935),
Vincolo d’unione (1956), Metamorfosi II (1939), Giorno e notte (1938) e la serie degli Emblemata,
la mostra presenta in 8 sezioni un excursus della sua intera e ampia produzione artistica.
Per la prima volta, a Genova il pubblico potrà esperire l’immaginifico universo escheriano tramite
inedite sale immersive e strutture impossibili che saranno messe a confronto con opere di grandi
artisti visionari del calibro di Giovanni Battista Piranesi (1720 - 1778) e di Victor Vasarely (1906 –
1997).
Tra arte, matematica, scienza, fisica, natura e design, la mostra Escher è un evento unico per
conoscere più da vicino un artista inquieto, riservato ma indubbiamente geniale e per misurarsi
attivamente con i tantissimi paradossi prospettici, geometrici e compositivi che stanno alla base
delle sue opere e che ancora oggi continuano a ispirare generazioni di nuovi artisti in ogni campo.
Promossa e organizzata dal Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, Comune di Genova,
Regione Liguria e Arthemisia, in collaborazione con M. C. Escher Foundation, la mostra è
curata da Mark Veldhuysen – CEO della M.C. Escher Company – e Federico Giudiceandrea –
uno dei più importanti esperti di Escher al mondo.
La mostra vede come sponsor Generali Valore Cultura e special partner Ricola.
L’evento è consigliato da Sky Arte.
A Escher, artista sui generis che amava dire “lo stupore è il sale della terra”, si deve il merito di
aver amplificato le possibilità immaginative della grafica e aver donato lo stupore, appunto, a tutti
coloro che hanno osservato e osservano la sua opera dove tutto è connesso: scienza, natura,
rigore analitico e capacità contemplativa.
Partendo dalle opere di impronta Art-Nouveau risalenti al periodo della formazione presso la
scuola di Jessurun de Mesquita, la mostra pone l’accento sul periodo del viaggio italiano di
Escher.
Ispirato e influenzato dall'arte a lui contemporanea e del passato, l’artista declina costruzione
geometrica e rigore nel segno visionario della ricerca estetica più pura. Artista poliedrico e
contemporaneo al suo tempo, fu però capace di anticipare intere correnti artistiche come quelle del Surrealismo e dell’Optical Art di cui può essere considerato un esponente ante litteram. Infatti, egli non trova solo nel mondo dei numeri, della geometria e della matematica l’unica chiave dar forma al suo universo creativo. Genio complesso che attinge a piene mani ai vari linguaggi fondendoli in un nuovo intrigante percorso, può, in questo senso, considerarsi un unicum nel panorama della storia dell’arte di tutti i tempi che emoziona sempre il grande pubblico.
L’arte di Escher, che le nuove tecnologie digitali sembrano rincorrere facendone propri i risultati,
infatti, non accusa i segni del tempo, sebbene siano trascorsi quarantasette anni dalla scomparsa
del suo ideatore.
IL POSTO DELLE PAROLE
ascoltare fa pensare
https://ilpostodelleparole.it/

4894 episodi