Luca Cerchiari "Mina"

28:27
 
Condividi
 

Manage episode 272440234 series 1243781
Creato da IL POSTO DELLE PAROLE, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
Luca Cerchiari
"Mina"
Una voce universale
Bibliografia a cura di Silvia Eccher
Discografia a cura di Alessandra Giordano
Mondadori Editore
https://www.librimondadori.it/
«Se non avessi la mia voce, vorrei avere quella della cantante italiana di nome Mina.» La dichiarazione è di Sarah Vaughan, una delle maggiori esponenti dello stile jazzistico bebop del Ventesimo secolo. Ma l’elenco dei giudizi lusinghieri collezionati negli anni da Mina Anna Mazzini è lunghissimo. Da Juliette Gréco a Louis Armstrong, da Frank Sinatra a Kenny Barron, da Barbara Streisand a Michael Jackson.
Luca Cerchiari, musicologo e critico musicale, racconta la figura di questa grande interprete ripercorrendone minuziosamente la densa e straordinaria carriera, dagli esordi nella provincia cremonese fino alla consacrazione sui maggiori palcoscenici nazionali e internazionali con canzoni entrate di diritto nella storia della musica italiana. Indimenticabili successi come Tintarella di luna, Le mille bolle blu, E se domani, Grande, grande, grande, Brava, Conversazione, Parole parole, Bugiardo e incosciente, L’importante è finire.
Una passione, quella per il canto, nata da giovanissima e mai venuta meno; neanche quando, nel 1978, a vent’anni esatti dal debutto, decide di abbandonare per sempre, scelta tanto coraggiosa quanto ostinata, le luci dei riflettori.
Supportata da una voce unica e «universale», capace di sintetizzare generi anche distanti tra loro (il rock-and-roll, la musica latino-americana, la canzone di Broadway, il soul e il jazz), la «tigre di Cremona» ha saputo dare un contributo eccezionale alla musica contemporanea in senso lato. Ma non solo.
Da queste pagine, ricche di storie, aneddoti e approfondimenti, emerge infatti il ritratto di un’artista poliedrica, capace di distinguersi per la sterminata attività concertistica e discografica così come per il suo talento di donna di spettacolo, di conduttrice radiofonica e televisiva – tanto da essere riconosciuta per anni come la regina dei più importanti varietà Rai -, talent scout e produttrice discografica, e persino di testimonial pubblicitaria.
È attraverso l’analisi della sua complessa iconologia, della sua inconfondibile gestualità, del suo look in continua evoluzione che si disegna davanti ai nostri occhi lo spaccato di un’Italia che, come lei e grazie a lei, vive una progressiva svolta del costume. A dimostrazione, se ancora ce ne fosse bisogno, che non sono solo «canzonette».
Luca Cerchiari, Ph.D. a Graz (Austria), è docente di Storia della musica pop e coordinatore del Master post-laurea in Editoria e produzione musicale dell'Università di Milano-IULM. Ha pubblicato volumi e articoli in Italia, Stati Uniti, Germania, Francia, Austria, Slovacchia, tra cui Miles Davis, Intorno al jazz, Dal ragtime a Wagner. Treemonisha di Scott Joplin, Jazz e fascismo, Il disco, Eurojazzland, Una storia del musical.
IL POSTO DELLE PAROLE
ascoltare fa pensare
https://ilpostodelleparole.it/

2986 episodi