Recovery Fund da 750 mld. Il Piano di Rilancio della Ue

35:02
 
Condividi
 

Manage episode 270714153 series 2782803
Creato da Istituto Affari Internazionali, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
Un nuovo strumento, il “Next Generation Eu” da 750 miliardi. È quanto ha annunciato la presidente della Commissione europea, Ursula Von Der Leyen, presentando al Parlamento europeo il piano per la ripresa. Per l’Italia, a cui è riconosciuta la cifra più alta in Ue, sono destinati 81 miliardi di aiuti e 90,9 di prestiti. La proposta della Commissione europea di raccogliere direttamente sui mercati i 750 miliardi di euro tramite sue emissioni debitorie – con cui finanziare il nuovo Recovery fund di rilancio post crisi pandemica da Covid-19 – sarà al centro del prossimo Consiglio europeo del 17 e 18 giugno. Se per il Presidente del Consiglio italiano, Giuseppe Conte “è un ottimo segnale dalla Ue, la cifra è adeguata”, l’Olanda frena: “i negoziati saranno lunghi”. Per la Cancelliera Angela Merkel “le trattative saranno difficili, ma bisogna darsi come obiettivo che il piano sia in vigore il primo gennaio 2021”, la Francia ritiene “l’accordo necessario entro luglio”.
Sull’argomento vi proponiamo, in questo podcast, le analisi delle economiste Veronica De Romanis (Insegna European Economics, Università LUISS Guido Carli di Roma – Stanford University Firenze), Valentina Meliciani (Ordinaria di Economia Applicata , Università LUISS Guido Carli di Roma), Paola Subacchi (E-Economics, Global Policy Institute Queen Mary University of London, UniBo. Senior fellow di Chatham House, insegna all’Università di Bologna) e del Direttore dell’Istituto Affari Internazionali, Nathalie Tocci.

37 episodi