Come far crescere il tuo canale YouTube – Ep. #80

6:33
 
Condividi
 

Manage episode 295635195 series 1129392
Creato da Dino Gojanovic, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
Come fare crescere il tuo canale YouTube

Youtube ormai e’ uno dei più grandi generatori di business al mondo.

E’ un ecosistema che ha miliardi di utenti. E milioni di piccole e medie imprese usano questa piattaforma ogni giorno per generare clienti.

Ma il problema e’ emergere in un mare di concorrenza come questo.

Nel libro Strategia Oceano Blu l’autore parla di come l’estrema concorrenza fa diventare il mare color rosso sangue perché tutti mangiano tutti.

E la cosa più intelligente da fare, non e’ quella di restare a farsi divorare ma di andare alla ricerca di un mare pulito, sicuro e pieno di pesci.

Un mare blu appunto.

YouTube oggigiorno e’ il mare rosso. Pieno di concorrenza che ti vuole mangiare.

Perciò, prima di trovare il tuo prezioso mare blu dovrai imparare a sopravvivere in questo mare rosso.

Se ti fanno fuori subito e’ game over.


Puoi ascoltare la puntata su SpotifyApple PodcastsGoogle Podcast

Passaggio 1: Trasforma gli spettatori in iscritti

Il mondo e’ pieno di distrazioni come saprai.

Perciò, se non trasformi la tua audience in iscritti, ben presto saranno portati via dalle distrazioni.

In media una persona vede migliaia di inserzioni pubblicitarie al giorno. La maggior parte di queste inserzioni sono creazioni della tua concorrenza. Ti vogliono portare via l’audience.

E ci riusciranno senza problemi se la tua audience non ti e’ fedele o se non hai un modo di riprenderli col tempo.

Per questo devi fare una cosa semplicissima, chiedergli di cliccare il pulsante “Follow”. Oppure chiedi di cliccare un link che porta all’iscrizione di una tua newsletter.

“Chiedete e vi sarà dato; cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto”.

Passaggio 2: Promuovi i tuoi video

Quindi, il primo passaggio era di conservare l’attuale audience e non farla andar via. Nel secondo passaggio, devi estendere il tuo campo.

Ci sono certe aziende straordinarie che hanno dei prodotti talmente unici che si vendono da soli. Non hanno bisogno di pubblicità ne di un reparto vendite. Ma poche aziende al mondo si possono permettere di creare un prodotto e non promuoverlo.

E suppongo questo non sia il tuo caso. Se vuoi restare a galla devi far leva sugli strumenti pubblicitari a tua disposizione per raggiungere una fetta più grande del tuo pubblico targetizzato.

Usare la pubblicità su YouTube per promuove il tuo canale e’ il primo passo. Ma puoi benissimo far leva sulle altre piattaforme e guidare il traffico verso il tuo canale YouTube.

Passaggio 3: Crea e promuovi le playlist ottimizzate

Le playlist sono video correlati di YouTube che sono organizzati per argomento o tema. Quando un utente guarda il video di una playlist, gli altri video in quella playlist vengono riprodotti automaticamente.

Curare la tua playlist ti permette organizzare i tuoi contenuti in diverse categorie. Le playlist incrementano il tempo medio di visualizzazione, dando cosi’ un segnale a YouTube che i tuoi contenuti sono di valore.

Le puoi utilizzare come strategia di Video SEO. Questo perché puoi includere le parole chiave che attirino traffico dalla ricerca.

Diventa un insider

Passaggio 4: Utilizza Thumbnail che attirino l’attenzione

Le miniature dei video danno la possibilità agli spettatori di vedere una istantanea del tuo video mentre navigano su YouTube.

Su YouTube come su ogni altro social oggigiorno, bisogna attirare l’attenzione. Perciò bisogna fare leva anche sui piccoli dettagli come questi.

Quando hai finito di caricare il video su YouTube, puoi scegliere una miniatura tra le tre opzioni generate automaticamente. Oppure puoi usare programmi come Canva, Adobe Spark o Fotor.

Passaggio 5: Migliora la descrizione del video

YouTube e’ anche un motore di ricerca. Nel senso che puoi cercare i video inserendo delle parole chiave nella barra di ricerca.

E quindi se vuoi che i tuoi video siano rintracciabili dovrai ottimizzare la tua descrizione come un vero maestro SEO. In sostanza puoi…

  • Ripeti le parole chiave più volte
  • Trova parole chiavi complementari
  • Informa gli utenti cosa possono trovare o imparare
  • Scrivi la descrizione come parli
  • Metti le informazioni più importanti in cima
  • Aggiungi i vari link che puntano alla tua landing page o altre fonti
  • Ottimizza per la conversione

Conclusione

YouTube è il secondo motore di ricerca più famoso dopo Google. Ed è uno dei modi migliori per comunicare a un vasto pubblico.

Gli spettatori trascorrono in media 41,9 minuti su YouTube al giorno. Quindi non si può negare che e’ ormai parte delle abitudini quotidiane per la maggior parte delle persone.

Ma questo comporta anche molta concorrenza. Per questo devi migliorare i tuoi video e la loro rintracciabilità.

120 episodi