Non Stop News: green pass obbligatorio, tamponi gratuiti e il blocco dei portuali

56:14
 
Condividi
 

Manage episode 304696592 series 2606287
Creato da RTL 102.5, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
Le prime pagine dei principali quotidiani nazionali commentate in rassegna stampa da Davide Giacalone. Nuova rassegna stampa questa mattina insieme a Davide Giacalone. Le prime pagine dei quotidiani nazionali sono dedicate all'obbligo di green pass sul posto di lavoro. "Tanti italiani sono già andati a lavorare e vivere" utilizzando il green pass. "C'era una scadenza, anche se la palestra nazionale prevede che i termini possano essere spostati. Non è così, il termine è rimasto. Non succederà nulla di straordinario oggi", continua Giacalone, "perché era così già ieri, nei ristoranti e non solo". Sul blocco dei portuali "chi si crede di essere chi dice che permetterà a chi vuole di andare a lavorare?" Lo sciopero, prosegue Giacalone, "non può prevedere il sequestro della vita altrui. E quello sciopero non è autorizzato, per cui costituisce reato". All'interno di Non Stop News nuovo appuntamento con "La Scossa", insieme a Francesco Delzio. Al centro della puntata di oggi la scossa dei "green jobs": la rivoluzione verde promette di portare nuovi posti di lavoro, con anche una crescita del prodotto interno lordo. Quali sono le stime del governo in merito? Come si stanno attrezzando in questo senso le università italiane? "Il governo ha stimato mezzo milione di posti di lavoro green ogni anno a disposizione dei nostri ragazzi che dovranno saper cogliere l'opportunità". In tutto ciò, l'università si sta attrezzando: "Molte università", continua Delzio, "offrono una serie di corsi di laurea e master dedicati". Come ogni venerdì, all'interno di Non Stop News torna Roberto Arditti. Da oggi nel nostro Paese è obbligatorio esibire il green pass per accedere al luogo di lavoro. La nuova normativa sarà in vigore per dipendenti pubblici e privati, dipendenti e autonomi. Non sono poche le polemiche che hanno accompagnato la nuova misura, incluso il dibattito su chi debba farsi carico dei tamponi per quei lavoratori ancora sprovvisti di certificazione verde. Intanto, si guarda a come si stanno organizzando gli altri Paesi. "Tamponi gratis rendono più difficile convincere chi non ha ancora effettuato il vaccino. Francia e Germania lo hanno capito, adeguandosi a una scelta che l'Italia ha fatto già da mesi. Lo dico in una giornata come oggi in cui tutti sono chiamati a una grande operazione di buonsenso". Don Antonio Mazzi, fondatore della comunità Exodus, regala ogni giorno un pensiero, un suggerimento, una frase agli ascoltatori di RTL 102.5 Nuova puntata di "Giletti 102.5", su RTL 102.5. Come di consueto, microfoni aperti ai very new normal people su tutti i principali fatti della settimana. Al centro del dibattito di oggi l'introduzione dell'obbligo di green pass sul posto di lavoro, per lavoratori pubblici e privati, dipendenti e autonomi. Opinioni a confronto tra gli ascoltatori in un'ora di dibattito in diretta in radiovisione. Ospite dei trecento secondi la campionessa di sci e testimonial di RTL 102.5 Sofia Goggia. "Ho fatto subito il vaccino perché volevo tornare alla mia vita" racconta Goggia. "Il green pass è sempre esistito ad esempio alle scuole elementari, dove i bambini devono aver effettuato alcune vaccinazioni. Quello anti-Covid è solo un vaccino in più". La campionessa ha poi parlato dei valori di rispetto reciproco che lo sport porta avanti: "Mi piacerebbe ritrovare sempre una vera e sana rivalità sportiva. C'è chi regge la pressione e chi si fa schiacciare. Bisogna saper riconoscere chi va più veloce di te, lavorando per provare a batterlo, senza invidia". All’interno di Non Stop News, con Barbara Sala, Luigi Santarelli e Stefania Iodice.

771 episodi