La differenza tra scrivere e raccontare oralmente la propria vita

6:19
 
Condividi
 

Manage episode 304935407 series 1110425
Creato da Luca Mazzucchelli, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
"Qual è la differenza tra raccontare oralmente la propria vita e scriverla?" È la domanda che mi ha posto Cristina Di Loreto, psicoterapeuta breve strategica. Raccontare oralmente gli aneddoti della mia vita durante gli speech a cui ho partecipato mi ha permesso di conoscere il potere trasformativo della parola: non è tanto il contenuto, ma il mostrarsi vulnerabili, che crea un clima di condivisione di esperienze.
Scrivere un libro è invece un lavoro che scava più in profondità. Per me è di vitale importanza soprattutto rileggersi e essere riletto da qualcun altro; questo genera un ascolto congiunto e condiviso, il quale ti permette di scoprire nuovi significati.
Ecco il minutaggio dell'intervista con i principali argomenti trattati:
0:00 introduzione
0:24 il vantaggio degli speech da cui sono partito per scrivere il mio libro
1:13 il potere trasformativo di condividere la propria vulnerabilità
2:15 come preparo i miei speech
3:11 la differenza tra scrivere uno speech e scrivere un libro
3:54 la storia di Ulisse alla corte dei Feaci
5:31 l'importanza di raccontarsi su carta, rileggere il proprio racconto e ascoltare gli altri che ti raccontano dopo averti letto.
LINK UTILI: - Ne "L'era del cuore" parlo di me e delle mie 4 vite professionali, ma non solo. Parlo di coraggio, del valore che viene generato dal coraggio, compra ora la tua copia a questo link: https://amzn.to/2U89yMm

942 episodi