Speciale giornata mondiale della lotta all'AIDS

1:13:26
 
Condividi
 

Manage episode 247031821 series 2500409
Creato da Associazione Culturale Scientificast, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
Andrea e Valeria conducono questa puntata speciale del podcast realizzata in concomitanza con la giornata per la lotta all’AIDS.
Perché bisogna continuare a parlare di HIV e AIDS?
Perché è ancora un problema attuale: nel 2018 in Italia sono state registrate 2847 nuove diagnosi di infezione da HIV, la fascia di età più colpita è tra i 25 e i 29 anni, e nell’80.2% dei casi la trasmissione è legata a rapporti sessuali non protetti. Nel mondo nel 2018 ci sono state 1.7 milioni di nuove infezioni e 770000 persone sono morte per complicanze legate all’AIDS.
In questa puntata parliamo del virus e del perché si può curare ma non guarire (tranne in rarissimi casi), affrontiamo il punto di vista medico con la Dott.ssa Marta Buzzi dell’ospedale universitario di Ginevra: come vengono diagnosticati e monitorati i pazienti sieropositivi? Come si contrae oggi l’HIV?
Approfondiamo poi la storia dell’epidemia con Massimo Oldrini, presidente della LILA (Lega Italiana per la lotta all’AIDS) che ci spiega com’è cambiato in 30 anni il ruolo di associazioni come la LILA. Finiamo con una importante testimonianza personale, per ricordarci che tanto è migliorato, ma tanto resta ancora da fare.
Chiudiamo suggerendo di fare il test per l’HIV, perché sapere di essere sieropositivi vuol dire poter prendere una terapia che garantisce di avere speranze di vita simili a chiunque altro, e ricordando che lo stigma è ancora un grosso problema, e l’unico modo per superarlo è informarsi.
Magari ascoltando un podcast.

199 episodi