Telecomunicazioni Terra-Luna: perché per i futuri avamposti serve una connessione laser

 
Condividi
 

Manage episode 331256944 series 2498407
Creato da Radio 24 Il Sole 24 ore and Radio 24, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
Il ritorno dell'uomo sulla Luna sembra ormai questione di pochi anni. Questa volta, però, non sarà una toccata a fuga. L'obiettivo della NASA e dell'ESA è di costruirvi un avamposto che possa ospitare con regolarità equipaggi di astronauti.
Il progetto include un vero e proprio moon-village, da realizzare sulla superficie della Luna, e un laboratorio orbitale lunare, il Gateway, simile alla stazione internazionale, che fungerebbe anche da scalo intermedio.
Tutta questa attività lunare avrà bisogno di telecomunicazione adeguate. Oggi per le comunicazioni interplanetarie ci si affida alle radiofrequenze, ma con queste tecnologie l'invio di una singola immagine da Marte alla Terra può richiedere ore o giorni. Tra la Terra e la Luna la distanza è molto minore, ma comunque sufficiente a rendere una sfida tecnologica estrema la creazione di una connessione in banda larga, anche da pochi gigabit, tra noi e il nostro satellite.
Ospite Ernesto Ciaramella, Professore di telecomunicazioni della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa

924 episodi