Blockchain e consumi energetici: a che punto siamo?

 
Condividi
 

Manage episode 291547165 series 18800
Creato da Radio 24 Il Sole 24 ore and Radio 24, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
Le transazioni che avvengono nella sola blockchain di bitcoin consumano oggi la stessa energia elettrica della Finlandia. Il dato fa una certa impressione, ma non soprende.
L'esplosione del consumo energetico era ampiamente prevista, ed è connaturata ad un meccanismo intimo e cruciale per il funzionamento, e soprattutto per l'integrità, di bitcoin e di altre blockchain: la cosiddetta Proof of Work.
Tuttavia la prove of work non è inevitabile. Gli esperti lavorano da tempo ad un algoritmo alternativo che permette di cogliere i benefici della blockchain senza pagarne il prezzo in termini di consumo energetico di altre risorse informatiche: è la cosiddetta Proof of Stake.
Oggi esistono blockchain che la implementano nativamente, mentre le due principali blockchain (bitcoin ed ethereum) stanno tentando di migrare dal vecchio sistema al nuovo, ma non senza difficoltà. A che punto siamo?
Ospite Fausto Spoto, Prof. Ass. del Dip di Informatica dell'Università di Verona

1458 episodi