Strade e Motori del giorno 16/05/2020: Mobilità da sostenere

 
Condividi
 

Manage episode 262146714 series 2387664
Creato da Radio 24 Il Sole 24 ore and Radio 24, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
“Ripartire” è senz’altro la parola d’ordine di questa delicata fase storica.L’automotive e la mobilità in generale stanno cautamente muovendo i primi passi post Fase 1, tenendo conto delle nuove esigenze e non trascurando quelle solite, come la sostenibilità. Con Filomena Maggino, Presidente di “Benessere italia”, l'organo di supporto tecnico-scientifico al Presidente del Consiglio nell’ambito delle politiche del benessere e della valutazione della qualità della vita dei cittadini, abbiamo discusso delle iniziative a sostegno della mobilità durante la fase acuta e la Fase 2 dell’emergenza Coronavirus. Nello specifico, nell’ultimo tavolo di lavoro promosso dalla cabina di regia su mobilità, logistica e coesione territoriale, con il coinvolgimento di aziende, costruttori, istituzioni territoriali e mondo della ricerca, si sta facendo il punto su una gestione della mobilità che permetta una ripartenza quanto più efficiente e sostenibile possibile. E nella sostenibilità continuano a investire anche le case costruttrici. Secondo Gaetano Thorel, Ceo di Psa Italia e Senior Vice President del Gruppo, si deve continuare a dare impulso al percorso di elettrificazione tracciato ante Covid-19, tenendo conto delle necessità attuali. La nuova necessità è il superamento della crisi e la cura al virus e ai suoi effetti, secondo Psa, non può che tradursi in una decisa spinta all’aumento della domanda. È proprio la domanda infatti, e quindi i nuovi acquisti e i nuovi contratti, ad essere drasticamente calata durante il lockdow, ancora più delle immatricolazioni, registrando anche nei primi giorni di maggio, mese della lenta ripresa, un netto -70% rispetto allo scorso anno. In linea con le proposte di Unrae, Thorel ha rimarcato l’importanza dell’estensione dell’ecobonus e dell’adeguamento della fiscalità sulle auto aziendali, strumenti indispensabili per dare respiro al settore in tutti gli anelli della filiera.
Un 2020 complesso durante il quale, però, il gruppo non rinuncerà al lancio di nuovi prodotti come la DS 9, la nuova Citroen C3 e l’ultima versione di Opel Mokka, senza dimenticare il quadriciclo 100% elettrico Citroen Ami.

118 episodi