La Biennale di Venezia e il ruolo delle istituzioni culturali

 
Condividi
 

Manage episode 304816827 series 63205
Creato da Radio 24 Il Sole 24 ore and Radio 24, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
La parola cultura è venuta assumendo negli ultimi anni significati sempre più vasti, al punto che oggi tutto è cultura - commenta Paolo Baratta, ex presidente della Biennale di Venezia e autore del libro "Il giardino e l'arsenale. Una storia della Biennale" (Marsilio, 480 p., € 20,00). In questo modo si confondono aspetti importanti della ricerca dell'uomo su sé stesso, che sono affidati al pensiero e all'arte, con i comportamenti quotidiani e con gli stili di vita. Questo porta ad una sovrasemplificazione e ad una riduzione delle capacità critiche. In passato erano le ideologie a creare le discussioni più stimolanti - continua Baratta. Oggi però la caduta delle ideologie ha lasciato la società un po' spaesata, e in questo modo la capacità di discriminare e di scegliere rischia di affievolirsi.
RECENSIONI
"Arte e intelligenza artificiale" a cura di Alice Barale
(Jaca Book, 272 p., € 50,00)
"Capolavoro d'amore" di Ruggiero Cappuccio
(Feltrinelli, 224 p., € 17,50)
"Solitudine Caravaggio" di Yannick Haenel
(Neri Pozza, 256 p., € 19,00)
"Ecce Caravaggio. Da Roberto Longhi a oggi" di Vittorio Sgarbi
(La Nave di Teseo, 264 p., € 20,00)
"Caravaggio e Vermeer" di Claudio Strinati
(Einaudi, 176 p., € 15,00)
IL CONFETTINO
"Mistero Caravaggio" di Costantino D'Orazio
(Il Battello a Vapore, 224 p., € 16,00)

480 episodi