Elena Fucci - Elena Fucci

21:53
 
Condividi
 

Manage episode 289040475 series 1467209
Creato da Wine Soundtrack, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
L’azienda agricola nasce nell’anno 2000 quando in famiglia si discuteva se vendere i bellissimi vigneti di proprietà che circondano l’abitazione dove Elena è cresciuta.
Le vigne, furono acquisite negli anni ’60 da nonno Generoso, acquistando la parte più alta, fino a 600 mt, dei poderi situati in Contrada Solagna del Titolo ai piedi del Monte Vulture. Negli anni il nonno e il bisnonno di Elena curarono le vigne, limitandosi a vendere le uve e produrre per autoconsumo. Al passaggio di proprietà ai genitori di Elena, la famiglia si era decisa a vendere, poiché i suoi genitori sono entrambi insegnanti e lei e i suoi fratelli immaginavano un futuro lontano da Barile, per continuare gli studi universitari. Parecchi acquirenti interessati bussarono alla porta, ma proprio all’ultimo Elena ascoltò il suo cuore. Non poteva sopportare che qualcuno le sottrasse il panorama dei suoi vigneti e che un altro nome potesse far qualcosa di grande con le vigne più vecchie del Vulture (la maggior parte tra i 55 e i 60 anni, una parte più di 70 anni). Elena decise di cambiare i programmi di tutta la sua vita e di quella della sua famiglia, decidendo di investire sul territorio e sulla risorsa che aveva permesso al padre e ancor prima ai nonni e bisnonni di vivere e di crescere nel Vulture.
La cantina prese vita con la vendemmia 2000, parallelamente ai suoi studi universitari presso la facoltà di viticoltura ed enologia, inizialmente affiancata da un professionista esterno e, dal 2004, seguita totalmente in prima persona. La scelta fin dall’inizio, senza rimpianti, fu quella di puntare tutto su un'unica etichetta: il “TITOLO”, immaginandolo da subito come un vino ‘da serie A’, un cru alla francese.
Un unico vino per motivi oggettivi, legati alle rese dei vigneti e la qualità data dalla maturità delle piante. Un unico vino per rappresentare al meglio la specificità dell’Aglianico e la territorialità del Vulture, che offre a questo vitigno un’espressione unica; grazie ad un mix di microclima e di terroir che in Contrada Solagna del Titolo regala una delle migliori espressioni.
Uno dei più grandi complimenti che è stato rivolto al TITOLO è la riconoscibilità tra gli altri vini; fondata proprio sulla grande capacità di rappresentare il territorio da cui nasce.

516 episodi