Pablo Trincia Chora Media pubblico
[search 0]
Altro
Scarica l'app!
show episodes
 
Artwork

1
Dove nessuno guarda – Il caso Elisa Claps

Pablo Trincia – Sky Original by Chora Media

Unsubscribe
Unsubscribe
Ogni mese
 
L’omicidio di Elisa Claps è uno dei casi di cronaca nera più oscuri ed eclatanti che il nostro paese abbia mai conosciuto. Un mistero cominciato la mattina del 12 settembre del 1993 e risolto, in parte, nel marzo del 2010 quando venne ritrovato il corpo della giovane ragazza, ormai mummificato, nel sottotetto di una chiesa di Potenza. Una storia ricca di colpi di scena, depistaggi, segreti ed errori commessi durante le indagini. Un caso che probabilmente si sarebbe potuto chiudere dopo pochi ...
  continue reading
 
Ossigeno è il primo podcast di Paolo Giordano ed è un racconto su come solo l'incontro fra pensiero scientifico e umanista può sconfiggere l’apnea che stiamo vivendo.Nella pandemia, la scienza è l'ossigeno di cui abbiamo bisogno per tornare a respirare.Ossigeno è un podcast di Paolo Giordano prodotto da Chora Media. Regia, sound design e musiche originali di Luca Micheli. Mastering e finalizzazione di Guido Bertolotti. La cura editoriale è di Sabrina Tinelli e il produttore esecutivo Pablo T ...
  continue reading
 
El Alamein è una minuscola località egiziana che tra il luglio e il novembre del 1942 divenne l’epicentro di uno dei più sanguinosi scontri della Seconda guerra mondiale. Per sei lunghi mesi i soldati italo-tedeschi e quelli britannici si fronteggiarono in un combattimento che ben presto assunse la forma di una guerra di posizione, simile agli scontri del primo conflitto mondiale. Decine di migliaia di giovani uomini furono costretti a vivere, combattere e, spesso, a morire in condizioni dis ...
  continue reading
 
Artwork

1
Un uomo chiamato Diabolik

Giovanni Bianconi, Mauro Pescio, con Francesco Acquaroli - Chora

Unsubscribe
Unsubscribe
Ogni mese
 
Il 7 agosto 2019, al parco degli acquedotti di Roma, un colpo di pistola, sparato a bruciapelo, uccide un uomo su una panchina. Quell’uomo è una bandiera per gli ultras della Lazio e di tutte le curve, in Italia e anche all’estero, un simbolo, un uomo che ha portato alla ribalta il tifo estremo. Ma è anche un uomo con precedenti per droga, che è stato latitante, che è sotto indagine per narcotraffico; è un uomo con dichiarate simpatie fasciste, ma è anche un uomo generoso con gli amici, amor ...
  continue reading
 
Loading …
show series
 
Il 13 e 14 novembre dalle ore 21 è in arrivo la docuserie Sky Original realizzata da Chora Media, in onda su Sky TG24 e Sky Crime per raccontare con immagini inedite tutti gli interrogativi che ancora oggi, dopo 30 anni, non hanno ancora trovato risposta. Learn more about your ad choices. Visit megaphone.fm/adchoices…
  continue reading
 
Quando viene rinvenuto il cadavere della povera Elisa, Danilo Restivo vive in Inghilterra ormai da anni, insieme alla sua nuova moglie. A pochi passi da casa loro, la notte del 12 luglio, viene uccisa una ragazza coreana, Jong-Ok Shin detta Oki. È stata accoltellata alle spalle, proprio come Elisa, a poche decine di metri da casa di Danilo Restivo.…
  continue reading
 
Dopo la scomparsa di Elisa nessuno ha mai perquisito la Chiesa della Trinità, il luogo in cui la ragazza era stata vista per l’ultima volta insieme a Danilo Restivo. Quella chiesa è sempre stata il regno di Don Mimì e ancora oggi è uno dei grandi misteri del caso. Cosa è successo là dentro per diciassette anni? Indaghiamo sulle ombre e sui peccati …
  continue reading
 
Per diciassette anni le indagini sulla scomparsa di Elisa non portano a niente. Depistaggi e sviste investigative hanno ingarbugliato un caso in realtà semplicissimo. Il 17 marzo 2010 però tutto cambia. Tre operai trovano un cadavere. È in un luogo impensabile, nel pieno centro di Potenza. Elisa è sempre stata lì, nell’unico posto in cui nessuno è …
  continue reading
 
La mattina del 12 novembre 2002, Heather Barnett, una sarta inglese, viene uccisa nel bagno di casa sua, a Bournemouth, in Inghilterra. A trovare il cadavere, barbaramente mutilato, sono i due figli adolescenti. Un omicidio avvenuto in un paese lontano, ma che in verità è collegato alla scomparsa di Elisa Claps. Entrambe Heather ed Elisa conoscevan…
  continue reading
 
Chi è Danilo Restivo? Che passato ha il ragazzo che a Potenza hanno soprannominato "il parrucchiere"? Perché è così ossessionato dal collezionare capelli di ragazze? Cosa è successo nei pressi del seminario, quando aveva solo 14 anni? Alcune testimonianze inedite ci raccontano la sua genesi da serial killer. Learn more about your ad choices. Visit …
  continue reading
 
Danilo Restivo è il sospettato numero uno. Non ha un vero alibi, mente spudoratamente agli inquirenti e in più i vestiti che indossava quella domenica sono sporchi di sangue. In paese però le voci su Elisa si fanno sempre più insistenti: la ragazza se n’è andata di sua spontanea volontà. Ne è convinto anche il prete del paese, l’ambiguo Don Mimì. L…
  continue reading
 
Elisa Claps ha sedici anni quando scompare da casa. Domenica 12 settembre 1993, va a messa con una sua amica e poi di lei non si sa più nulla. Gildo, suo fratello, capisce subito che il colpevole della scomparsa è un ragazzo del paese, Danilo Restivo. È in quel momento che per i familiari di Elisa inizia un incubo. Learn more about your ad choices.…
  continue reading
 
Dopo una fuga a ritroso nel deserto, per migliaia di chilometri, la vicenda bellica in Nord-Africa giunge alla conclusione. Accerchiati dagli americani e dai britannici gli italiani si arrendono. Qualcuno dei nostri protagonisti riesce a fare ritorno in Italia, dove vivrà il tragico epilogo del fascismo. Per la maggior parte di loro inizia un lungo…
  continue reading
 
Nell’autunno del 1942 la battaglia riprende. Lo scontro è sanguinoso e si risolve con lo sfondamento da parte dei britannici e la ritirata degli italo-tedeschi. I nostri protagonisti vivono, individualmente, la tragedia del momento. Qualcuno si arrende, qualcuno lotta fino all’ultimo proiettile, tutti cercano, in un modo o in un altro, di salvare l…
  continue reading
 
La linea del fronte che divide le forze italo-tedesche da quelle britanniche è tra la cittadina di el-Alamein e la terribile depressione di el-Qattara. Gli italiani vanno all’attacco ma ben presto si comprende che non sarà semplice superare gli sbarramenti predisposti dagli inglesi. Dopo settimane si scontri violenti, nel pieno di un’estate rovente…
  continue reading
 
Con l’arrivo delle forze tedesche, in Nord-Africa la situazione sembra nuovamente rovesciarsi. Gli inglesi sono costretti a ritirarsi dai territori libici, con l’eccezione del porto di Tobruch che ancora resiste. Anche per i nostri soldati è un momento di euforia, riportato sui loro diari. Mussolini giunge in visita al fronte, convinto di poter ent…
  continue reading
 
Dopo un iniziale successo, le forze italiane in Nord-Africa sono costrette a ripiegare nei territori libici, che vengono invasi dagli inglesi. I nostri soldati affidano ai diari il loro sconcerto per questa prima fase del conflitto. Per Mussolini è un momento critico ma in suo soccorso arrivano le truppe tedesche inviate da Hitler, e comandate da E…
  continue reading
 
L’Europa precipita nel secondo conflitto mondiale. L’Italia di Mussolini entra in guerra al fianco di Hitler. In Nord-Africa le truppe italiane attaccano le forze britanniche invadendo l’Egitto. Iniziamo a conoscere i soldati protagonisti del nostro racconto, attraverso alcuni frammenti dei loro diari.…
  continue reading
 
"L’omicidio Piscitelli ovviamente non è un omicidio di strada, è un omicidio strategico, che è stato funzionale – uso un termine più vago possibile – al riassetto di alcuni equilibri criminali non soltanto della città di Roma. E’ evidente che è un omicidio che ha una certa matrice, è evidente che è stato eseguito con una metodologia seria, e su que…
  continue reading
 
"La forza di questa organizzazione criminale era data da un brand lo potremmo definire o, utilizzando le parole di qualche altro commentatore che ha parlato della figura di Piscitelli come di un brand o quasi." Nella penultima puntata si parte dall’arresto di Salvatore Casamonica che fa saltare la consegna di droga dal Sudamerica e si delinea la nu…
  continue reading
 
"…Un latitante della caratura di Fabrizio Piscitelli, se non si fa trovare, è perché ha intenzione di fuggire. Speravamo, e avevamo ragione, che lui non avesse avuto il tempo di organizzare una fuga e quindi che fosse in qualche modo nascosto in città perché è il luogo che conosce meglio, dove ha più contatti ed è nelle condizioni di nascondersi a …
  continue reading
 
"Io mi ricordo soprattutto questa sorta di aurea di potenza intorno alla sua figura, ma non perché chissà che facesse, ma proprio per il rispetto che avevano gli altri nei suoi confronti." Nella terza puntata, la nascita del gruppo degli Irriducibili e la sua evoluzione; l’origine di Fabrizio Piscitelli, figlio ribelle di una famiglia per bene. E p…
  continue reading
 
"…oggi son più forti questi altri.. capito che te voglio dire… quindi non mi dire di si, perché magari…. No… qui stiamo fra amici e il si deve esse si e il no deve esse no." Nella seconda puntata: la guerra tra i boss di Ostia con l’ascesa, e poi caduta, del clan Spada; la storia del “Francese”, l’infiltrato nel clan Casamonica e dell’indagine per …
  continue reading
 
"Era una caldissima giornata estiva, avevamo appuntamento per fare una corsetta e il nostro punto di arrivo era la fontanella del Parco degli Acquedotti vicino a via Lemonia, trecento metri prima di arrivare abbiamo sentito uno scoppio. Una persona in bicicletta ci ha detto “chiamate la polizia, hanno ammazzato una persona”. Non ci abbiamo dato pes…
  continue reading
 
Il 7 agosto 2019, al parco degli acquedotti di Roma, un colpo di pistola, sparato a bruciapelo, uccide un uomo su una panchina. Quell’uomo è una bandiera per gli ultras della Lazio e di tutte le curve, in Italia e anche all’estero, un simbolo, un uomo che ha portato alla ribalta il tifo estremo. Ma è anche un uomo con precedenti per droga, che è st…
  continue reading
 
Il 2020 è stato l'anno del virus, del distanziamento sociale, dell'isolamento e della solitudine. Nel quarto e ultimo episodio di Ossigeno, Paolo Giordano analizza quelle contraddizioni sociali che il virus ha reso ancora più evidenti, e si interroga su come dovremo ricordare questo momento delle nostre vite, senza lasciarlo cadere nell’oblio. Lear…
  continue reading
 
Esistono delle somiglianze tra le epidemie: osservarne una può aiutarci a capirne meglio un’altra. Nel terzo episodio di Ossigeno, Paolo Giordano è in Puglia, e ci racconta della Xylella, un batterio contagioso che colpisce gli ulivi causando danni irreparabili all'agricoltura. Learn more about your ad choices. Visit megaphone.fm/adchoices…
  continue reading
 
Nella seconda puntata di Ossigeno, Paolo Giordano è a San Sicario, in Val di Susa, luogo simbolo della sua infanzia, ora costretto ad affrontare le conseguenze economiche della pandemia. La montagna è anche il luogo dove è stato identificato uno dei primi cluster europei riconosciuti di coronavirus, quello di Contamines Montjoie sulle Alpi francesi…
  continue reading
 
Durante la seconda ondata della pandemia, Torino è stata fra i capoluoghi colpiti più duramente. Paolo Giordano fa ritorno nella sua città natale, in cui manca da un anno, per visitare il Maria Vittoria, uno degli ospedali messi più sotto pressione dal Covid-19, nel cui reparto di ginecologia suo padre ha lavorato per decenni. Un luogo famigliare, …
  continue reading
 
Loading …

Guida rapida