Il Boomer pubblico
[search 0]
Altro
Scarica l'app!
show episodes
 
Divagazioni in pillole sulla cultura nerd, dal punto di vista di un boomer che ha vissuto in prima persona tutte le fasi storiche. Si chiacchiera e discute di giochi di ruolo, ma anche di videogiochi, libri, cinema, TV e di tutto quello che di volta in volta ci sembrerà interessante.
  continue reading
 
Artwork

1
Il Sottosopra

Selvaggia Lucarelli – Chora Media

Unsubscribe
Unsubscribe
Ogni settimana+
 
Esistono mondi lontani, esistono mondi nascosti, esistono mondi invisibili e poi c’è Il Sottosopra, il mondo raccontato una notizia alla volta.Politica, social, costume, televisione: ogni giorno siamo tempestati di informazioni sotto forma di micronarrazioni precostruite, prive di uno spazio critico che permetta di analizzarle più a fondo. Ma cosa succederebbe se provassimo a cambiare prospettiva?Il Sottosopra è un podcast di Chora Media che esplora il trend topic del giorno, dalla prospetti ...
  continue reading
 
Loading …
show series
 
E’ nato prima il disegnatore o prima il giocatore di ruolo? La domanda, se parliamo di Fabio Porfidia, da sempre appassionato disegnatore, ma anche giocatore della prima ora, agganciato dalla mitica scatola rossa di editrice Giochi in un evo ormai lontano, “quando internet non c’era”. La sua passione per il gdr con annessi e connessi e le tante let…
  continue reading
 
Natale con i tuoi, Pasqua con Réclame. I pubblicitari italiani hanno finito le idee o semplicemente i soldi? In questo episodio, un filo rosso collega le uova di cioccolato, il Gabibbo e i creator. Passando dai soliti giochi di parole, cerchiamo di rispondere ad alcune domande: perché i nostri feed sono invasi dalle televendite, cosa significa ATL,…
  continue reading
 
Per una volta, mollate Candy Crush. L’atmosfera cupa, alienante e allo stesso tempo coinvolgente di Papers, please, gioco indie per smartphone che i più sgamati ricorderanno di aver visto passare su Windows e Mac, e poi anche su Ipad e Linux, qualche anno fa, ha tutti i numeri per diventare il vostro nuovo tormentone videoludico da passeggio, quell…
  continue reading
 
Smentitemi pure, se volete. Non prima di aver provato in prima persona l’esperienza, però. Last Sabbath si è meritato quel paio di minuti in più rispetto al format abituale, e ci sarebbe stato ancora tanto da dire. Semplicità, innovazione e ottime idee lo rendono non solo il narrativo da scegliere oppure, per la concorrenza, da battere, ma anche un…
  continue reading
 
La puntata dedicata a Tibet è di quelle che parte in un modo, cercando di capire quanto possa essere strano un gdr e magari parlarne con una certa leggerezza ma poi, strada facendo, ci si rende conto di avere di fronte un prodotto di nicchia estrema, certamente, ma non perché il sistema di gioco sia ostico, o perché il gioco sia brutto o troppo biz…
  continue reading
 
Il mondo del gioco di ruolo è bello anche perché vario. E’ così che molti saggisti, illustri o meno, tentano da sempre di identificare e analizzare i diversi tipi di giocatori. Sto cercando di farlo anch’io, di tanto in tanto, approfittando di questa rubrica, in modo scanzonato e con poche pretese di serietà, basandomi perlopiù sull’esperienza di t…
  continue reading
 
Andiamo, ragazzi. Non si vive di solo Barbero. Perciò, senza nulla togliere alle competenze a tutto tondo del Magister per eccellenza, fareste un torto alla vostra anima nerd, che ha calcato nei panni altrui mille epici campi di battaglia mulinando i più disparati strumenti di offesa se vi lasciaste cappare questa interessante raccolta di saggi su …
  continue reading
 
Questione di gusti, ma anche di attitudini, C’è chi diventa famoso e chi si conquista fama imperitura, o quasi, da famigerato. Senzar, il gioco di ruolo del 1996 di cui ho scelto di parlarvi nella puntata di oggi, appartiene senza dubbio alla seconda categoria. L’impegno dei tre autori, quindi, viene di fatto ricompensato non dal plauso degli utent…
  continue reading
 
La lunga gestazione di questa puntata si è tradotta alla fine in una durata del podcast superiore al mio solito format, anche se non abbastanza, spero, da annoiarvi o costringervi a riempire di nuovo il boccale che sorseggerete ascoltandola. La verità è che ci sarebbe ancora tantissimo da dire di Matteo Poropat e del contributo impagabile dato dal …
  continue reading
 
Pacta sunt servanda. Quando cercai Simone Giusti, incuriosito dalla sua coinvolgente e simpatica insistenza con cui si dava da fare per promuovere il suo gioco sui social, non avevo davvero un’idea precisa di cosa mi sarei trovato di fronte. Ci ho messo molto più del lecito a sviscerarlo, per cause che cerco di spiegare nella puntata di oggi. Ora p…
  continue reading
 
Lo so, per degli acquirenti compulsivi, per dei collezionisti instancabili, per degli accaparratori seriali a bestia come la maggior parte degli appassionati di giochi di ruolo, la lettura di un catalogo ben confezionato, capace di presentare con tempestività le ultime novità di un mercato in cui autori e distributori si disputano a sportellate ogn…
  continue reading
 
“Due volte nella polvere, Due volte sull’altar”. Il testo del 5 maggio di Manzoni, dedicato a Napoleone, potrà sembrare esagerato in questa sede, parlando di un gdr che non ha mia raggiunto, a dire il vero, successi imperiali. E’ pur vero che per ben tre volte, e non due, il più antico gioco horror ad ambientazione contemporanea ha tentato un lanci…
  continue reading
 
Provare per credere. Basteranno le venticinque caselle quadrate, disposte in un quadrato cinque per cinque in due diverse versioni stampate sulla grossa carta double face che dà il nome alò gioco, a fornire spazio a sufficienza per ambientarci ben quindici livelli di avventure e combattimenti all’ultimo punto ferita, fino all’epico confronto con il…
  continue reading
 
E’ nata prima l’esigenza di studiare l’ambientazione, fantastica o storica che sia, di una campagna, per poi poterla intavolare, oppure è più facile che se ne senta l’esigenza dopo aver macinato qualche sessione, stimolati dalla voglia di saperne di più? Si può applicare la tecnica del low-prep anche all’approfondimento preliminare di un’ambientazi…
  continue reading
 
Se un gioco d’azione (quasi) completamente privo di combattimenti non vi sembra strano, allora cosa lo è? I personaggi di First Responders sono soccorritori, paramedici, pompieri e operatori di sicurezza di ogni genere, impegnati nel difficile lavoro, ovviamente di squadra, di prevenire o limitare i danni di ogni tipo di accidenti e disastri. Legat…
  continue reading
 
Che deve fare uno, se ha voglia di un regolamento semplice ma non minimalista, che si mette in tavola in cinque minuti ma ha la profondità sufficiente a reggere una campagna lunga, che sia fedele alla tradizione del gdr, dadi inclusi, ma riesca a coniugarci anche le novità portare dalla nuova generazione di meccaniche? Può provare a scriverselo da …
  continue reading
 
Non lasciatevi ingannare. La pelle di cui parla il titolo della puntata non è quella morta di pergamente e grimori ma quella viva, in continuo movimento, sulla quale gli aghi di Michel Mammi, tatuatore professionista, si muovono incidendo ritratti, animali antropomorfi, figure fiabesche e molto altro ancora. Un giorno però il suo datore di lavoro A…
  continue reading
 
Dopo aver finito di leggere, che dico, di divorare dalla prima pagina all’ultima questo splendido esempio di sword & sorcery all’italiana, capace di regalare sia al lettore neofita sia a chi, come il sottoscritto, segue da tempo l’autore, mi dichiaro pronto a incrociare qualsiasi lama con chi abbia l’ardire di contestare ad Andrea Gualchierotti la …
  continue reading
 
È un Natale sottotono per la comunicazione. Gli spot a tema, che di solito invadono i nostri feed, sembrano scomparsi. Attraverso l’analisi di tre spot, cerchiamo di capire come è andato il Natale 2023, tra solite mitomanie e sorprese discutibili. Un episodio che ha dentro un po' di Italia, Stati Uniti, UK, Irlanda e Australia. Buone Feste!…
  continue reading
 
Un buon articolo dovrebbe sempre trovare il giusto spazio per essere condiviso e apprezzato. Peccato che l’improvvisa radiazione della rivista Master Magazine, dedicata al gioco di ruolo, da parte del suo editore, abbia lasciato a terra senza preavviso l’intera redazione e tutti i collaboratori di ottimo livello già coinvolti nel progetto. Come Dan…
  continue reading
 
Il problema, secondo me, sta nella selezione del personale- Più un’organizzazione è grande, o, come nel nostro caso, più un evento mira ai grandi numeri, in termini di partite giocate, tavoli a disposizione e giocatori ospitati, e più la qualità del singolo diviene merce rara. Accade nei grandi enti e aziende, e pure nei tornei, demo o giocate di m…
  continue reading
 
Dungeon crawling o journaling? Meccaniche da board game o poche righe di regole e affidare il resto alle vostre abilità narrative? Un volumetto spesso, ricco di contenuti e illustrazioni, oppure una “zine di due fogli protocollo piegati in quattro e rilegati alla meno peggio? Il mondo del gioco in solitario, costola recente (ma non troppo, a sentir…
  continue reading
 
A qualcuno, sfogliando il primo numero di Master Magazine, neonata rivista di Sprea Editori dedicata al gioco di ruolo, potrebbero inumidirsi gli occhi, ripensando a gloriose testate del nostro passato, prima fra tuti la gloriosa Kaos il cui caporedattore storico, Simone Peruzzi, partecipa al progetto. Ad altri verrà la tentazione del paragone con …
  continue reading
 
Non si dica che agli autori italiani di giochi di ruolo manchino estro creativo e coraggio. Erano i primi anni di questo secolo quando Luca Mulazzani osò sfidare uno dei mostri sacri storici del gdr, lo intendo quasi letteralmente, quel Call of Chtulhu ispirato ai racconti di Lovecraft, spinto dalla lecita pretesa di dimostrare che attingere a pien…
  continue reading
 
Un nuovo inizio. La Quarta Era de I signori del Caos, reboot del primo gioco di ruolo italiano (batté Katakumbas di pochi mesi, sugli scaffali dei pochi negozi specializzati di allora), ha debuttato all’ultima fiera di Lucca con un Quickstart fresco di stampa e una serie di sessioni arbitrate dal suo nuovo editore, Carlo Sala Cattaneo, e da Andrea …
  continue reading
 
Mi perdonerete, spero. Sono tornato da Lucca con in mente una puntata di considerazioni sulla fiera, con le ossa dolenti per la pioggia, la carta di credito squagliata per le spese compulsive e la stanchezza per il su e giù da e per le mura, il Carducci, la Stella Polare e l’ogni dove di quattro giorni e mezzo intensissimi. Il risultato, ascoltatel…
  continue reading
 
Abusus non tollit usum. La massima latina, reminiscenza dei miei studi ginnasiali, invita letteralmente a far sì che l’abuso non escluda l’uso. L’eccesso di zapping quando si gioca di ruolo, saltare spesso da un regolamento all’altro senza lasciare il tempo, a noi e agli amici con cui giochiamo, di approfondire gli aspetti, le meccaniche e le possi…
  continue reading
 
Non vi basterà il classico abbinamento di una spada e una torcia, stavolta, per farvi largo negli oscuri sotterranei in cui è ambientato questo titolo OSR in solitaria durissimo e purissimo, creato con passione e istinto assassino da oscuro signore del dongione da Alessandro Candela. Dovrete procurarvi anche un D30, arma di distruzione di massa tri…
  continue reading
 
Se avrete occasione di provare Lo stagno, nuova fatica dell’urbinate Alessio Spalluto, ve ne ricorderete. La battuta mi viene servita, trattandosi di un gioco che indaga sui meccanismi di recupero dei ricordi, ma è sincera. Non è facile, in un mercato investito sempre più da un vero e proprio fuoco di saturazione di nuovi titoli, trovare gli spunti…
  continue reading
 
Lo so che, visto il target di questo podcast, se scrivo qui qualcosa tipo “imparare divertendosi” mi perdo per strada il 99% dei lettori e ascoltatori. Però è vero ci sono romanzi capaci di svolgere egregiamente la funzione, se non d’istruire su un dato periodo storico, quanto meno di farne respirare l’aria con cognizione di causa, di rinfrescare (…
  continue reading
 
Forse il gruppo si è disgregato per cause esterne, oppure la vena creativa del master si è inaridita, o ancora … non c’è stato un motivo preciso, è successo e basta!, non importa. E’ successo. La campagna di gioco che stavammo giocando, o addirittura arbitrando, si è chiusa di botto, senza arrivare a una vera e propria conclusione. Magari troncata …
  continue reading
 
Gli esordi di successo di Marco Sada, nato e cresciuto professionalmente come fumettista di razza, al punto d’insegnarne l’arte agli allievi della Scuola internazionale Padova, confermano come le vignette d’autore si coniughino benissimo con quel bisogno d’immediatezza, di illustrazione semplice e allo stesso tempo dinamica e piena di vita, da semp…
  continue reading
 
Paura del vuoto, dell’ignoto, claustrofobia, solitudine e terrore di essere fatti a pezzi da un mostro sanguinario privo di compassione. Sono gli ingredienti esplosivi di una delle esperienze più coinvolgenti e allo stesso tempo estranianti che ci si possa aspettare da un gioco di ruolo in solitaria. The Wretched, magistralmente recensito nelle sue…
  continue reading
 
A creare un’atmosfera immersiva, durante una sessione di gdr, ci vuole un bel po’ di mestiere e altrettanto impegno. Specie se si punta a creare un clima in tema horror, si tratti di una ghost story classica oppure di uno slasher in chiave moderna. A mandarla in vacca, invece, basta una battuta a vanvera, una citazione fuori contesto mirata a strap…
  continue reading
 
Atmosfera e meccaniche. Sono a mio parere i punti di forza di un gdr che punti al successo, che non cerchi d’imporsi al mercato solo a colpi di marketing e grande distribuzione, che intenda distinguersi per il suo stile. Blaze, con la sua claustrofobia distopica, che costringe i PG a confrontarsi con l’aria e le risorse limitate di un’unica città, …
  continue reading
 
Non è la prima volta che qualche voce “nuova” si affaccia nelle puntare del podcast. E’ la prima volta però che la voce in questione mostra tanta forza, voglia di fare e competenza, da accaparrarsi da subito una nuova rubrica, intesa come le altre come uno spazio ricorrente di approfondimento di un dato argomento. IO GIOCO DA SOLO sarà, piacendo a …
  continue reading
 
Se dovessi scegliere una città fantastica, un villaggio o magari un antico castello in cui trasferirmi, vorrei che fosse proprio come quelli disegnati da Angela Gubert e Moreno Paissan. Difficile infatti, per un artista che lavora in una nicchia di mercato, l’illustrazione di manuali di gioco di ruolo, poter suscitare in chi guarda una mappa quella…
  continue reading
 
Tre storie, due gruppi diversi di protagonisti, ciascuno con il suo carattere, il suo passato, le sue speciali attitudini. Sullo sfondo Roma antica. Non la stessa dei libri di storia, però. O almeno non del tutto, perché la base narrativa si fonda su una profonda conoscenza degli usi e delle cronache di quel periodo. Nelle ombre, però, si annidano …
  continue reading
 
Insomma, dopo aver letto l’intero manuale di Radix Malorum, la sensazione che ho, da profano, lo confesso, nei misteri sardi, è che ci sia più Sardegna in un bicchiere di Ichnusa targata Heineken che in 275 pagine di manuale. Lodevole tentativo di trasformare, per carità, anni di gioco nella stanza profonda del gruppo degli autori in qualcosa di co…
  continue reading
 
Lasciando da parte, volutamente, una disamina della funzionalità o meno delle regole di gioco, o della qualità dei materiali della prima e seconda edizione, ho voluto dare spazio, in questa puntata, a una breve ma circostanziata analisi, nei limiti di tempo imposti dal format del mio podcast, sul motivo del successo di Heroquest e della sua longevi…
  continue reading
 
Shein è un colosso della moda fast fashion cinese che si è diffuso negli ultimi anni in tutto il mondo. Il brand ricorre molto spesso agli influencer per diffondere il marchio e per questo, nelle scorse settimane, alcune influencer sono state invitate alla sede principale di Guangzohu. L’obiettivo dell’iniziativa era raccontare quanto fossero scint…
  continue reading
 
«Questo mondo non mi renderà cattivo», la nuova serie di Zerocalcare, funziona come una scatola all’interno della quale chiunque può inserire tutto quello che gli pare. C’è spazio per tutti, sia per i buoni sia per i cattivi, per ricordarti che quello che sei non dipende da quello che ti accade intorno, ma da quello che si muove dentro. E al centro…
  continue reading
 
L’appuntamento fisso dell’estate italiana è tornato. Temptation Island, il nostro Sanremo a condizionatore acceso, è tornato e io mi ci sono buttata a capofitto. Perché c’è un tipo di trash così perfettamente costruito che viene sublimato e dà dipendenza. Oggi passiamo in rassegna i migliori esponenti di questo trash. I contributi audio di questa p…
  continue reading
 
Finiamola! Non è più il tempo di simulare il Medioevo nei GDR sfidandosi in interminabili scambi di colpi stile Golden Axe, fino all’ultimo punto ferita, con il master che alterna sbadigliando “l’hai colpito”, “l’hai mancato” in tono monocorde. Questa volta si fa sul serio, con scambi di fendenti, mosse speciali, aperture e chiusure della guardia, …
  continue reading
 
Nelle ultime due settimane il mondo delle agenzie pubblicitarie milanesi è stato al centro di un grosso scandalo esploso sui social network che riguarda molestie, mobbing e chat sessiste nei confronti delle dipendenti in orario di lavoro. Ma cosa sappiamo finora di quello che viene definito il “Me Too della pubblicità”? Il contributo audio di quest…
  continue reading
 
Quattro bambini sono rimasti 40 giorni in una foresta pluviale colombiana a seguito di un incidente aereo e sono sopravvissuti grazie al sapere ancestrale delle comunità indigene dell’Amazzonia. Dopo il loro ritrovamento i media si sono concentrati sulla narrazione del “miracolo colombiano” tralasciando però il racconto di tutti i lati oscuri di qu…
  continue reading
 
Voleste mai organizzare una convention di gioco di ruolo come si deve a Roma, non potreste prescindere dal confrontarvi con i parametri di qualità e piacevolezza della Pendracon. Appena due edizioni e già fa scuola su cosa si debba e non si debba fare quando si vuole organizzare una giocata di massa collettiva di successo, senza sbavature o lamente…
  continue reading
 
La tragedia di Casal Palocco (quattro ragazzi che si schiantano contro una smart durante una challenge) ha scatenato le reazioni dell’opinione pubblica. I social sono stati il punto di raccolta delle affermazioni più inopportune e fuori luogo di politici, giornalisti, attori, spesso focalizzate sulla punizione per i quattro ragazzi e altre boomerat…
  continue reading
 
Loading …

Guida rapida