Artwork

Contenuto fornito da Hackerare la Mente and Federico Ronzoni. Tutti i contenuti dei podcast, inclusi episodi, grafica e descrizioni dei podcast, vengono caricati e forniti direttamente da Hackerare la Mente and Federico Ronzoni o dal partner della piattaforma podcast. Se ritieni che qualcuno stia utilizzando la tua opera protetta da copyright senza la tua autorizzazione, puoi seguire la procedura descritta qui https://it.player.fm/legal.
Player FM - App Podcast
Vai offline con l'app Player FM !

Quanto sono importanti Le Persone che Frequenti

4:04
 
Condividi
 

Manage episode 224154077 series 2427629
Contenuto fornito da Hackerare la Mente and Federico Ronzoni. Tutti i contenuti dei podcast, inclusi episodi, grafica e descrizioni dei podcast, vengono caricati e forniti direttamente da Hackerare la Mente and Federico Ronzoni o dal partner della piattaforma podcast. Se ritieni che qualcuno stia utilizzando la tua opera protetta da copyright senza la tua autorizzazione, puoi seguire la procedura descritta qui https://it.player.fm/legal.
Uno dei più famosi autori motivazionali del ‘900, Jim Rohn(1930-2009), ha individuato una modalità relazionale fondamentale: “Tu sei la media delle 5 persone che frequenti di più”. Questa massima ha radici antecedenti. Basta ricordare il motto di Johann Wolfgang von Goethe “Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei, e se so di che cosa ti occupi saprò che cosa puoi diventare”, oppure la modalità in uso nei gruppi caratterizzati da forti obiettivi condivisi (es: squadra sportiva, setta) di isolarsi e frequentarsi fra “pari”. L’influenza sul nostro vissuto delle persone che frequentiamo di più, infatti, è determinante. Se volessimo indagare sulle motivazioni di questo condizionamento, potremmo citare la teoria dei neuroni a specchio, secondo la quale i nostri neuroni entrano in “risonanza” con le situazioni esterne e tendono ad apprenderle come modello e replicarle. Oppure la Legge di attrazione, secondo la quale la semplice focalizzazione della nostra attenzione determina i fatti che “attireremo” nella nostra vita. Ripetere dunque discorsi di un certo tipo non fa altro che rinforzare il corrispondente campo morfico. Se, per esempio, frequentiamo persone abituate a lamentarsi, probabilmente nella nostra vita attireremo situazioni spiacevoli, oppure non riusciremo a goderci le situazioni anche belle che ci capitano. Ma siamo sicuri che dobbiamo somigliare agli altri? Prima bisogna lavorare su se stessi.
  continue reading

20 episodi

Artwork
iconCondividi
 
Manage episode 224154077 series 2427629
Contenuto fornito da Hackerare la Mente and Federico Ronzoni. Tutti i contenuti dei podcast, inclusi episodi, grafica e descrizioni dei podcast, vengono caricati e forniti direttamente da Hackerare la Mente and Federico Ronzoni o dal partner della piattaforma podcast. Se ritieni che qualcuno stia utilizzando la tua opera protetta da copyright senza la tua autorizzazione, puoi seguire la procedura descritta qui https://it.player.fm/legal.
Uno dei più famosi autori motivazionali del ‘900, Jim Rohn(1930-2009), ha individuato una modalità relazionale fondamentale: “Tu sei la media delle 5 persone che frequenti di più”. Questa massima ha radici antecedenti. Basta ricordare il motto di Johann Wolfgang von Goethe “Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei, e se so di che cosa ti occupi saprò che cosa puoi diventare”, oppure la modalità in uso nei gruppi caratterizzati da forti obiettivi condivisi (es: squadra sportiva, setta) di isolarsi e frequentarsi fra “pari”. L’influenza sul nostro vissuto delle persone che frequentiamo di più, infatti, è determinante. Se volessimo indagare sulle motivazioni di questo condizionamento, potremmo citare la teoria dei neuroni a specchio, secondo la quale i nostri neuroni entrano in “risonanza” con le situazioni esterne e tendono ad apprenderle come modello e replicarle. Oppure la Legge di attrazione, secondo la quale la semplice focalizzazione della nostra attenzione determina i fatti che “attireremo” nella nostra vita. Ripetere dunque discorsi di un certo tipo non fa altro che rinforzare il corrispondente campo morfico. Se, per esempio, frequentiamo persone abituate a lamentarsi, probabilmente nella nostra vita attireremo situazioni spiacevoli, oppure non riusciremo a goderci le situazioni anche belle che ci capitano. Ma siamo sicuri che dobbiamo somigliare agli altri? Prima bisogna lavorare su se stessi.
  continue reading

20 episodi

Tutti gli episodi

×
 
Loading …

Benvenuto su Player FM!

Player FM ricerca sul web podcast di alta qualità che tu possa goderti adesso. È la migliore app di podcast e funziona su Android, iPhone e web. Registrati per sincronizzare le iscrizioni su tutti i tuoi dispositivi.

 

Guida rapida