Gameromancer pubblico
[search 0]

Scarica l'app!

show episodes
 
Questo non è il solito podcast di videogiochi. Gameromancer è una ribellione. Una ribellione contro una game critic che si occupa di videogiochi per (e con) lucro, sbandierando una presunta oggettività. Noi non ci stiamo più: i videogiochi sono esperienza e introspezione. Arte. E in quanto arte assolutamente personali. Unisciti alla ribellione su t.me/jointherebellion
 
Loading …
show series
 
Blizzərd ha finito i gettoni. Ma per fortuna non le minoranze, grazie al “nuovissimo” algoritmo per la diversità in giro dal 2018 che non si capisce se sia stato usato per il CoD che hanno odiato tutti e per Overwatch 2 Unisciti alla ribellione su Telegram – Supportaci su PatreonDi Gameromancer
 
Vogliamo il giochino nuovo ogni due anni e pretendiamo che ogni release sia una rivoluzione, reinventi il concetto stesso di videogioco per darci qualcosa di assolutamente mai visto. Ma senza esagerare, eh, perché se poi mi stravolgi completamente la formula mi girano i coglioni. Unisciti alla ribellione su Telegram – Supportaci su Patreon…
 
Io voglio vedè er pallone che entra in porta, che me frega a me di chi fa la fisica dei pupini di FIFA? Frasi del cazzo come “il gioco di Naughty Dog”, “I ragazzi di Remedy”, “il nuovo titolo di Arkane” riducono team enormi di persone al nome dell’azienda. Identifichiamo il videogioco come un prodotto […] Unisciti alla ribellione su Telegram – Supp…
 
Andrea Cangini c'ha preso per puro culo, perché doveva vendere il suo libro del cazzo ad un consesso di boomer del cazzo e in RAI chiaramente si sono sputati sul cazzo intravista la possibilità di fare un pompino con ingoio alla loro audience ottuagenaria. Che curiosamente è più o meno lo stesso rapporto che noi nei giochini abbiamo con le recensio…
 
Il remake di Max Payne mi fa stringere il culo. Stiamo parlando di Max Payne. Una cosa enorme, un’istituzione che ha contribuito a rendere il 2001 uno degli anni di grazia di tutta la storia dei giochini. Uno dei primi – uno dei pochi – videogiochi raccontati di Cristo, capace restituire il disagio di Max […] Unisciti alla ribellione su Telegram – …
 
Kirby è la creatività applicata al platforming. Al punto che non deve manco essere necessariamente platforming, con le sue derive da picchiaduro a scorrimento o da clonazzo di Smash Bros. a tema palline rosa che mangiano mostri armati a vario titolo. Kirby è la linea morbida delle piattaforme Nintendo che si prende il rischio di […] Unisciti alla r…
 
"Game Critic", "parlare di videogiochi" e stronzate del genere sono etichette generiche sotto cui poi trovi una moltitudine di approcci diversi alla chiacchiera attorno ai giochini. È critica tanto la recensione parruccona 1.0 di Elden Ring quanto il focus verticale sulle influenze dell'Art Déco a Liurnia Lacustre. E hanno pure la stessa dignità. U…
 
Platinum Games di merda ne ha prodotta tanta anche prima di Babylon’s Fall. È uno studio che ha sempre alternato ficate clamorose ad idee senza senso già prima di diventare Platinum, perché in Clover Studio ‘sta mano poteva esse Okami oppure God Hand, che ok, gli si vuol bene ma pure a Mikami stesso gli […] Unisciti alla ribellione su Telegram – Su…
 
Sinusoidi che cambiano pelle di generazione in generazione. Cambia la grafica, dalla forma d’onda al poligono passando per il pixel. La sostanza no. Lei è sempre quella. Insert coin, che tu debba fisicamente infilare 200 lire attraverso una fessura nel metallo o più prosaicamente premere quel cazzo di tasto start. Per due punti allineati passa […] …
 
C’è che il picchiaduro sta tornando a picchiare forte. Non tanto il picchiaduro a incontri, il giochino di mazzate 1 contro 1 (o 3 contro 3 – posto che Marvel vs Capcom 4 è una merda), ma il picchiaduro in tutte le sue forme. È tornato il beat ‘em up a scorrimento con Street of […] Unisciti alla ribellione su Telegram – Supportaci su Patreon…
 
Nott Longa più che sull’uccello è caduto dove cadono tutti: su Steam. È la solita storia di discoverability che non funziona, critica che deve seguire i trend e mercato che tendenzialmente conta un cazzo e spende ancora meno. Il risultato è che esce un gioco che prova a reinterpretare la terra natia della coppia di […] Unisciti alla ribellione su T…
 
20 euro per scrivere un articolo di giornale. E non parlo del Papersera o La Gazzetta del Profeta, ma le testate più importanti del Bel Paese. Tra l’altro, sono gli stessi 20 euro che separano me dall’essere auterevole quando parlo di giochini. E occhio che non vuole essere una stoccata ai big della critica videoludica […] Unisciti alla ribellione …
 
Cosa succederebbe se il catalogo di Steam fosse completamente gratis? Sarebbe una ficata pazzesca, tutto il videogioco mai prodotto in 40 anni di industria accessibile senza barriere e limitazioni se non quelle date dall’hardware. I siti specializzati che perdono di senso, perché non hai bisogno di qualcuno che ti dica com’è o come non è […] Unisci…
 
Da E3 a E3sticazzi il passo è breve. Non breve quanto si potrebbe pensare, perché in realtà la prima defezione monstre arriva nel 2019 con Sony che decide di non esserci, ma la comunicazione dei giochini era già cambiata da 5 anni abbondanti rendendo l’E3 in sostanza inutile. Una volta era l’Hanukkah dei videogiocatori, quella […] Unisciti alla rib…
 
SeaRing è quel prodotto che prima non vuoi giocare e poi non riesci a staccarti. Ma sì, è tipo Undertale no? Tutti uguali ormai. Tutto un enorme calderone in cui buttare qualsiasi cosa sia un attimo strana e con frasi depresse. Omori? Undertale. Everhood? Undertale. SeaRing… In effetti SeaRing ha tanto di Undertale… Però, al […] Unisciti alla ribel…
 
Indie sta diventando l’ennesima buzzword del marketing. In un’industria dove i costi di sviluppo lievitano sempre più e le corporazioni hanno bisogno di vendersi come quel vecchio amico d’infanzia che ti fa sempre piacere beccare quando viene in città, l’indie che prima era un’alternativa adesso è diventata una soluzione. Perché tagliare il budget …
 
Ti sbocco un ricordo: chilometri e chilometri per entrare in un Toys Center scusagno e spendere centoquaranta-fottute-mila lire per il gioco di A Bug's Life. Conversioni pezzenti dei titoli per gli altri mercati, benedetti dalla magia dei 60Hz. Un'infanzia il 20% più lenta, il 20% più brutta. Sonic che semplicemente non è il vero Sonic, qualunque c…
 
Loading …

Guida rapida

Google login Twitter login Classic login