Tassare le autorità portuali, le reazioni all'ultimatum di Bruxelles: arriva "Erru", il registro europeo dell'autotrasporto

 
Condividi
 

Manage episode 279559188 series 1274454
Creato da Radio 24 Il Sole 24 ore and Radio 24, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
Fa discutere l'ultimatum della Commissione europea che entro il 2022 impone all'Italia di abolire l'esenzione dalla tassa sulle imprese concessa alle autorità portuali. Per Bruxelles si tratta di un beneficio ingiustificato che distorce il principio della libera concorrenza. Contestano questa impostazione le associazioni di categoria. "È un'assurdita - dice al nostro microfono luigi Merlo, presidente di Federlogistica -, la posizione di Bruxelles si basa su quanto accade per i porti del Nord Europa, strutturati in maniera completamente diversa". "Se passasse, sarebbe un duro colpo per tutta la nostra economia", aggiunge.
Sta per arrivare "Erru", il registro europeo dell'autotrasporto. Entrerà in vigore nel 2021. "Grazie anche alla tecnologia sarà uno strumento molto utile per contrastare gli abusi e garantire condizioni di libera concorrenza tra aziende nel rispetto delle normative comunitarie", dice Marco Digioia, segretario generale di Uetr, l'unione delle associazioni europee dell'autotrasporto.

355 episodi