Artwork

Contenuto fornito da J-TACTICS. Tutti i contenuti dei podcast, inclusi episodi, grafica e descrizioni dei podcast, vengono caricati e forniti direttamente da J-TACTICS o dal partner della piattaforma podcast. Se ritieni che qualcuno stia utilizzando la tua opera protetta da copyright senza la tua autorizzazione, puoi seguire la procedura descritta qui https://it.player.fm/legal.
Player FM - App Podcast
Vai offline con l'app Player FM !

J-TACTICS (S06 E10)

2:05:19
 
Condividi
 

Manage episode 386863523 series 2939582
Contenuto fornito da J-TACTICS. Tutti i contenuti dei podcast, inclusi episodi, grafica e descrizioni dei podcast, vengono caricati e forniti direttamente da J-TACTICS o dal partner della piattaforma podcast. Se ritieni che qualcuno stia utilizzando la tua opera protetta da copyright senza la tua autorizzazione, puoi seguire la procedura descritta qui https://it.player.fm/legal.
Decima puntata della sesta stagione di J-TACTICS, la rubrica di radiomegliodiniente.com, dedicata alla vecchia signora bianconera.
Episodio con un ampio focus sulla sfida tra le acerrime rivali protagoniste del derby d'Italia, Juventus e Inter.
La sfida tra i bianconeri e i nerazzurri finisce in parità.
Dopo un animato primo tempo con le reti dei due bomber, il match si spegne progressivamente.
Un 1-1 che lascia sostanzialmente invariate le prime due posizioni in classifica.
Inter ancora prima in classifica, Juventus a seguire separata da due sole lunghezze con un Milan a distanza di sicurezza staccato di quattro punti.
La sfida dell'Allianz Stadium si risolve nel primo tempo, intorno alla mezzora di gioco botta e risposta tra Vlahovic e Lautaro i quali siglano due gol di pregevole fattura che decidono il match.
Un punto a testa per due contendenti che si sono, come detto, spente alla distanza lasciando la classifica invariata.
Derby d'Italia con il piede subito sull'acceleratore, ritmi altissimi, verticalizzazioni e penetrazioni nelle aree avversarie con le difese subito sollecitate per difendere le rispettive porte.
Lo spettacolo è subito quindi di altissimo livello, quasi come la sfida andata in scena in terra spagnola tra la squadra azzurra e quella australiana che consegna ai nostri la seconda coppa Davis della storia dopo ben 47 anni.
Indue tecnici si sono presentati con tantissimi protagonisti ai box, facendo di necessità virtù e sfruttando al meglio ciò che avevano a disposizione.
E se il primo tempo è stato caratterizzato da alti ritmi, impreziosito da due gol d'autore è grazie all atteggiamento delle due squadre che si sono affrontate a viso scoperto, senza timori reverenziali e guardandosi negli occhi.
Non a caso le due marcature sono siglate dalle punte di diamante delle due contendenti.
Vlahovic per i padroni di casa bianconeri, Lautaro Martinez per i nerazzurri ospiti.
È il serbo ad aprire le danze fulminando Sommer su assist perfetto di Chiesa.
Vantaggio della Juventus solo momentaneo ed effimero.
Poco più tardi infatti, i nerazzurri ristabiliscono le distanze.
Thuram imbecca Lautaro, che pareggia immediatamente i conti.
Due pesanti gol d'autore, con cui si chiude la prima frazione di gioco.
Inzaghi e Allegri schierano gli stessi 22 anche a inizio secondo tempo, con la partita che resta viva almeno all'inizio per poi, probabilmente a causa di un pò di stanchezza fisica e mentale, spegnersi con ritmi più blandi e minor foga agonistica da parte delle due squadre.
Fanno il loro ingresso un pò di forze fresche per i bianconeri con Locatelli al posto di un buon Nicolussi Caviglia mentre i nerazzurri attendono il '70 per effettuare cambi, con Cuadrado (fischiatissimo dai suoi ex tifosi) e Carlos Augusto in campo per dare vivacità e freschezza alla manovra nerazzurra.
Il finale del match, come detto, è scarno di emozioni con le due squadre che si accontentano senza più acuti.
Un pareggio un pò scialbo e forse scontato per una sfida durata meno di un tempo e che prometteva almeno inizialmente forti emozioni poi non mantenute.
Unica nota positiva per le due avversarie è l'aver mantenuto le rispettive posizioni in classifica.
Sarà gradita presenza in questa decima puntata stagionale, Luca Ferrarini direttore della comunicazione in rappresentanza della "Fondazione Jdentità Bianconera".
Organo istituzionale di difesa e garanzia dei diritti del tifoso della Juventus.
Formata da professionisti dell’ambito legale, della comunicazione e dell’imprenditoria, che ha già intrapreso diverse azioni legali per difendere il buon nome della Società di fronte ad attacchi mediatici, strumentalizzazioni e cattiva informazione.
Di questo ed altro parleremo in questa puntata!
Diteci la vostra, interagiremo con voi in chat live!
Ecco i link dei nostri social:
CANALE TELEGRAM:
https://t.me/+TYOn7FZAQwet7MAt
INSTAGRAM:
https://instagram.com/jtactics_?igshid=YmMyMTA2M2Y=
TWITTER:
https://twitter.com/RadioMDN?t=woKQltSFRUTw9qibbRZaJA&s=09
  continue reading

439 episodi

Artwork
iconCondividi
 
Manage episode 386863523 series 2939582
Contenuto fornito da J-TACTICS. Tutti i contenuti dei podcast, inclusi episodi, grafica e descrizioni dei podcast, vengono caricati e forniti direttamente da J-TACTICS o dal partner della piattaforma podcast. Se ritieni che qualcuno stia utilizzando la tua opera protetta da copyright senza la tua autorizzazione, puoi seguire la procedura descritta qui https://it.player.fm/legal.
Decima puntata della sesta stagione di J-TACTICS, la rubrica di radiomegliodiniente.com, dedicata alla vecchia signora bianconera.
Episodio con un ampio focus sulla sfida tra le acerrime rivali protagoniste del derby d'Italia, Juventus e Inter.
La sfida tra i bianconeri e i nerazzurri finisce in parità.
Dopo un animato primo tempo con le reti dei due bomber, il match si spegne progressivamente.
Un 1-1 che lascia sostanzialmente invariate le prime due posizioni in classifica.
Inter ancora prima in classifica, Juventus a seguire separata da due sole lunghezze con un Milan a distanza di sicurezza staccato di quattro punti.
La sfida dell'Allianz Stadium si risolve nel primo tempo, intorno alla mezzora di gioco botta e risposta tra Vlahovic e Lautaro i quali siglano due gol di pregevole fattura che decidono il match.
Un punto a testa per due contendenti che si sono, come detto, spente alla distanza lasciando la classifica invariata.
Derby d'Italia con il piede subito sull'acceleratore, ritmi altissimi, verticalizzazioni e penetrazioni nelle aree avversarie con le difese subito sollecitate per difendere le rispettive porte.
Lo spettacolo è subito quindi di altissimo livello, quasi come la sfida andata in scena in terra spagnola tra la squadra azzurra e quella australiana che consegna ai nostri la seconda coppa Davis della storia dopo ben 47 anni.
Indue tecnici si sono presentati con tantissimi protagonisti ai box, facendo di necessità virtù e sfruttando al meglio ciò che avevano a disposizione.
E se il primo tempo è stato caratterizzato da alti ritmi, impreziosito da due gol d'autore è grazie all atteggiamento delle due squadre che si sono affrontate a viso scoperto, senza timori reverenziali e guardandosi negli occhi.
Non a caso le due marcature sono siglate dalle punte di diamante delle due contendenti.
Vlahovic per i padroni di casa bianconeri, Lautaro Martinez per i nerazzurri ospiti.
È il serbo ad aprire le danze fulminando Sommer su assist perfetto di Chiesa.
Vantaggio della Juventus solo momentaneo ed effimero.
Poco più tardi infatti, i nerazzurri ristabiliscono le distanze.
Thuram imbecca Lautaro, che pareggia immediatamente i conti.
Due pesanti gol d'autore, con cui si chiude la prima frazione di gioco.
Inzaghi e Allegri schierano gli stessi 22 anche a inizio secondo tempo, con la partita che resta viva almeno all'inizio per poi, probabilmente a causa di un pò di stanchezza fisica e mentale, spegnersi con ritmi più blandi e minor foga agonistica da parte delle due squadre.
Fanno il loro ingresso un pò di forze fresche per i bianconeri con Locatelli al posto di un buon Nicolussi Caviglia mentre i nerazzurri attendono il '70 per effettuare cambi, con Cuadrado (fischiatissimo dai suoi ex tifosi) e Carlos Augusto in campo per dare vivacità e freschezza alla manovra nerazzurra.
Il finale del match, come detto, è scarno di emozioni con le due squadre che si accontentano senza più acuti.
Un pareggio un pò scialbo e forse scontato per una sfida durata meno di un tempo e che prometteva almeno inizialmente forti emozioni poi non mantenute.
Unica nota positiva per le due avversarie è l'aver mantenuto le rispettive posizioni in classifica.
Sarà gradita presenza in questa decima puntata stagionale, Luca Ferrarini direttore della comunicazione in rappresentanza della "Fondazione Jdentità Bianconera".
Organo istituzionale di difesa e garanzia dei diritti del tifoso della Juventus.
Formata da professionisti dell’ambito legale, della comunicazione e dell’imprenditoria, che ha già intrapreso diverse azioni legali per difendere il buon nome della Società di fronte ad attacchi mediatici, strumentalizzazioni e cattiva informazione.
Di questo ed altro parleremo in questa puntata!
Diteci la vostra, interagiremo con voi in chat live!
Ecco i link dei nostri social:
CANALE TELEGRAM:
https://t.me/+TYOn7FZAQwet7MAt
INSTAGRAM:
https://instagram.com/jtactics_?igshid=YmMyMTA2M2Y=
TWITTER:
https://twitter.com/RadioMDN?t=woKQltSFRUTw9qibbRZaJA&s=09
  continue reading

439 episodi

Tutti gli episodi

×
 
Loading …

Benvenuto su Player FM!

Player FM ricerca sul web podcast di alta qualità che tu possa goderti adesso. È la migliore app di podcast e funziona su Android, iPhone e web. Registrati per sincronizzare le iscrizioni su tutti i tuoi dispositivi.

 

Guida rapida