Zweig nella Prima Guerra Mondiale

27:04
 
Condividi
 

Manage episode 332308021 series 3008250
Creato da multimedia@rsi.ch (RSI online) and RSI - Radiotelevisione svizzera, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.

®

Stefan Zweig (Vienna 1881-Pétropolis, Rio de Janeiro 1942) è uno degli intellettuali di spicco che animarono il dibattito negli anni della Prima guerra mondiale. Narratore, traduttore, mediatore culturale, nel novembre del 1917 ottenne un permesso dall'archivio di guerra di Vienna, dove prestava servizio, per recarsi in Svizzera a tenere alcune conferenze e ad assistere alle prove del suo dramma Geremia, messo in scena a Zurigo nel febbraio 1918. Zweig restò in Svizzera fino al marzo 1919, soggiornando prima a Zurigo e poi a Rüschlikon. Lo scrittore ripercorre gli eventi e gli stati d’animo di allora nella sua celebre autobiografia Il mondo di ieri, e in riferimento al periodo svizzero, di recente Mattia Mantovani – intervistato da Sabrina Faller - ha tradotto e curato, con il titolo Sull’orlo dell’abisso (ed. Dadò), i diari di Zweig, dai quali emerge come sia iniziato allora il percorso che dovrà condurlo al suicidio molti anni più tardi.
Di Sabrina Faller.

Prima emissione 16 luglio 2014

222 episodi