#58 Anonymous mette a nudo 140.000 Avvocati italiani [Parte 2]

28:47
 
Condividi
 

Manage episode 257887333 series 1272629
Creato da Francesco Posati, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
▶︎ Prenota la tua consulenza online sul tema della puntata fposati.youcanbook.me/ ▶︎ Sostieni il podcast su www.paypal.me/FPosati/20 e su www.patreon.com/fposati/ Oggi ascolterai la seconda parte dello speciale dedicato al primo attacco informatico a larga scalea verso gli avvocati a un anno dall’applicazione del GDPR. Il violento attacco informatico al sistema delle caselle PEC fornite dalla VISURA SPA (ex Lextel), contraddistinte con il suffisso “legalmail” ha messo a nudo tutte le criticità di sistema ma soprattutto la poca consapevolezza che gli avvocati hanno in tema di sicurezza dati, o come si direbbe di Data Protection per richiamare il nuovo Regolamento Europeo. Nella precedente puntata hai ascoltato gli interventi di Pietro Calorio, Andrea Lisi e Tiziano Solignani, che ringrazio ancora. Ci troviamo di fronte al primo Data Breach dell’Avvocatura italiana? A questa domanda risponde l’avv. Francesco Minazzi che ci spiega nel dettaglio che cosa si intenda per Data Breach e la differenza con l’incidente di sicurezza. E soprattutto ci invita a evolvere il concetto di password nella passphrase. Se vuoi approfondire l’argomento riascolta la puntata n. 43 curata dall’Avv. Matteo Riso sulle Passphraise al link https://soundcloud.com/fposati/sicurezza-password-matteo-riso Conclude Pietro Calorio che tira le somme da questa vicenda analizzando i vari fronti: Avvocati, Gestore PEC, Ordini professionali Per ascoltare la prima parte https://soundcloud.com/fposati/57-anonymous-sicurezza-140000-avvocati

61 episodi