Ep. #338 - La Sindrome Neurolettica Maligna

5:33
 
Condividi
 

Manage episode 316977988 series 1315659
Creato da Valerio Rosso, autore scoperto da Player FM e dalla nostra community - Il copyright è detenuto dall'editore, non da Player FM, e l'audio viene riprodotto direttamente dal suo server. Clicca sul pulsante Iscriviti per rimanere aggiornato su Player FM, o incolla l'URL del feed in un altra app per i podcast.
La Sindrome Neurolettica Maligna è un grave effetto collaterale dell'utilizzo dei neurolettici che mostra un tasso di mortalità di circa il 20%.
L'incidenza della Sindrome Neurolettica Maligna in tutti i pazienti ospedalizzati e sottoposti al trattamento con psicofarmaci neurolettici/antipsicotici è inferiore all'1%.
Insorge in modo imprevedibile, con qualsiasi tipo di neurolettico e senza riferimento ai dosaggi. A volte però il raggiungimento di alti dosaggi di antipsicotici in breve tempo pptrebbe favorirne lo scatenamento, anche in pazienti già trattati in precedenza con farmaci neurolettici.
La patogenesi della Sindrome Neurolettica Maligna sarebbe da riferirsi ad un blocco dopaminergico centrale che influenzerebbe la termoregolazione a livello centrale; forse però esiste anche un effetto tossico diretto sul metabolismo muscolare (da cui il dato della elevazione dei valori della creatinfosfochinasi e della mioglobinemia o mioglobinuria).
La sintomatologia è caratterizzata dall’insorgenza (entro pohe ore sino a qualche giorno dall’inizio del trattamento) di febbre (38-40 gradi Centigradi e oltre) con rigidità muscolare, tachicardia, ipertensione, disfagia; a volte sono presenti ipotensione, scialorrea e incontinenza urinaria.
Frequente la leucocitosi (12.000-30.000 GB/mm).
Alcune complicanze sono: insufficienza renale, polmoniti ed embolie polmonari; meno frequenti la coagulazione intravascolare disseminata e la sepsi.
Il trattamento della Sindrome Neurolettica Maligna consiste nella sospensione del farmaco antipsicotico, nell’assistenza alle funzioni compromesse, compreso l’attento monitoraggio dell’equilibrio idroelettrolitico. Si può utilizzare anche la bromocriptina (agonista della dopamina), a dosaggi di 5-20 mg/die e il dantrolene (300-1600 mg/die).
mg., tre o quattro volte al giorno. Sconsigliati gli anticolinergici.
La sindrome maligna da neurolettici può presentarsi, nel 70% circa dei casi, quando si usi nuovamente il NL che l’ha causata; può essere utile, dunque, usarne un altro di classe differente.
#SindromeNeuroletticaMaligna #psicofarmacologia
Il Dr. Valerio Rosso, su questo canale YouTube, si dedica a produrre delle brevi lezioni di psichiatria rivolte ai pazienti, agli operatori della salute mentale, ai famigliari dei pazienti, agli studenti di medicina, agli specializzandi in psichiatria e a chiunque sia interessato alla salute mentale, alla psichiatria ed alle neuroscienze.
ISCRIVETEVI AL MIO CANALE ► https://bit.ly/2zGIJor
Vi interessano la Psichiatria e le Neuroscienze? Bene, allora iscrivetevi a questo podcast, al mio canale YouTube e seguitemi sul web tramite il mio blog https://www.valeriorosso.com
Scoprite tutti i miei libri: https://bit.ly/2JdjocY
Scoprite la mia Musica: https://bit.ly/2JMqNjZ
Visitate anche il mio blog: https://www.valeriorosso.com
Avete mai sentito parlare del progetto psiq? Andate subito ad informarvi su https://psiq.it ed iscrivetevi alla newsletter.

583 episodi