×
Donald Trump pubblico
[search 0]
×
I migliori podcast di Donald Trump (aggiornato Gennaio 2020)
I migliori podcast di Donald Trump
Aggiornato Gennaio 2020
Unisciti ora ai milioni di utenti di Player FM per ricevere notizie ed idee quando preferisci, perfino quando sei offline. Ascolta podcast in maniera più intelligente con l'app di podcast gratuita che rifiuta i compromessi. Ascoltiamo qualcosa!
Entra nella migliore app di podcast al mondo per gestire online i tuo programmi preferiti e riprodurli offline sulle tue app Android e iOS. È gratuito e facile!
More
show episodes
 
Storie, notizie, analisi, per raccontare ogni giorno tutto ciò che accade fuori dai confini italiani. Fatti apparentemente lontani che ci riguardano sempre di più, quotidianamente. Dopo un anno di reportage, Giampaolo Musumeci posa lo zaino, accende il microfono e accoglie reporter, fotografi, analisti, i più autorevoli a livello internazionale.
 
American Politics from inside.
 
Breaking Italy è uno show online dal lunedì al venerdì nel quale Alessandro "Shooter Hates You" commenta le notizie più interessanti della giornata: dalla cronaca agli esteri, passando per tecnologia, videogiochi, politica e molto altro.E-mail: breakingitaly@gmail.com
 
MortiDiBestemmie ha una lunga tradizione espressiva. Questa frase veniva pronunciata durante alcuni vecchi podcast da un genio milanese che non citeremo per nome e che poi è diventata rubrica di un programma fino a diventare programma stesso. Esso è dedicato, tra politicamente scorretto e malevole imprecazioni, a tutti coloro che vogliono farsi due risate prendendosela seriamente con qualcuno. Buon ascolto.
 
Due Umarells (Riccardo Paccosi e Michele Vietri) si incontrano in un cantiere e in poco più di un minuto parlano di tutto. Testi di Danilo Masotti, Regia di Michele Vietri. In onda su youtube e su facebook ogni venerdì.
 
La rassegna delle riviste e i magazine internazionali sulla politica estera
 
Loading …
show series
 
Atteso da tre anni, il piano per la pace in Medio Oriente di Donald Trump sta per essere svelato. Secondo quanto emerso finora, dovrebbe prevedere l'annessione da parte di Israele della valle del Giordano e di interi blocchi di insediamenti in Cisgiordania. Ne parliamo con Eugenio Da Crema di Ispi e Nello Del Gatto di Agi.…
 
Mancano 13 giorni. Meno di due settimane all'esaurimento delle scorte di benzina, gasolio e GPL di tutta la Libia. "Se non riprenderanno la produzione e l'export di petrolio - mette in guardia Sadiq Al-Kabir, direttore della Banca Centrale libica - gli effetti sulla Banca Centrale, sull'economia e su tutti i libici saranno disastrosi". Questa, la s…
 
Lunedì prossimo sarà celebrata la giornata della Memoria, a 75 anni dalla liberazione del campo di concentramento di Auschwitz. Ma quale temperatura segna oggi il termometro dell’antisemitismo? Ne parliamo con Raffaella Calandra di Radio 24, Tore Bjorgo, direttore del Centro di ricerca sull’estremismo C-Rex, e Andrea Mammone, docente di storia dell…
 
Un messaggio Whatsapp ricevuto da un conoscente e un furto di informazioni dal telefono cellulare che accade poco tempo dopo. I protagonisti di questa storia intricata sono Jeff Bezos, proprietario di Amazon e del Washington Post, e il principe saudita Mohammad bin Salman. Ma cosa è accaduto veramente? Ne parliamo con Mark Owen Jones, professore in…
 
Partendo dal caso del coronavirus che si sta diffondendo dalla Cina, andiamo ad analizzare come un virus, all'inizio sconosciuto, possa produrre effetti svariati non solo a livello locale, ma anche a livello internazionale. Raccontiamo come i rischi del contagio siano motivo di chiusura di aeroporti e snodi di comunicazione, del crollo o del rimbal…
 
Mentre a Davos Donald Trump enumera i traguardi raggiunti dagli Stati Uniti, dall'altra parte dell'oceano si apre il processo di impeachment. Una procedura lampo, 24 ore per accusa e difesa per la presentazione delle argomentazioni di apertura, più 16 ore di domande da parte dei senatori. Facciamo il punto con Riccardo Barlaam, inviato del Sole 24 …
 
Molto attesa, definita come un primo e "storico" passo verso una soluzione condivisa, la Conferenza di Berlino ha fatto molto discutere ma ha per lo più indotto l'opinione comune verso la conclusione che il caos della guerra civile in Libia sia lontano dall'essere risolto. Facciamo un bilancio dell'incontro con l'aiuto di Roberto Bongiorni del Sole…
 
Domenica 19, a Berlino, si tenterà un'impresa ardua: ricomporre il caos della guerra civile in Libia con l'apporto dei principali attori coinvolti. Intervistata al nostro microfono, il vice ministro agli Esteri Marina Sereni ribadisce che "l'intervento militare non sarà contemplato e che l'obiettivo primario resta consolidare il cessate il fuoco e …
 
Dopo l'annuncio di Vladimir Putin del referendum per la modifica della Costituzione e lo scioglimento del governo Medvedev, arriva la nomina del nuovo primo ministro: Mikhail Mishustin. Leggiamo le mosse di Vladimir Putin con l'aiuto di Kirill Martynov, capo sezione politica di Novaja Gazeta, e Sam Greene, direttore del Russian Institute al King's …
 
Migliaia di persone in piazza in Polonia per dire "no" alla riforma che limiterebbe il potere e l'indipendenza della magistratura. Sabato scorso a Varsavia, la marcia silenziosa di oltre ventimila magistrati provenienti da tutta Europa. Ne parliamo con Roberto Castaldi, ricercatore Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, Wojciech Przybylski, caporedatt…
 
"Partita a scacchi con l'Iran" ispionline.it 14 gennaio 2020 ---- "OFAC designates new sanctions against Iran's metals industry" complianceweek.com 13 gennaio 2020 --- "L'economia iraniana dopo le nuove sanzioni " lavoce.info, 14 gennaio 2020
 
Kimia Alizadeh, 21 anni, campionessa iraniana di taekwondo è fuggita dall'Iran. Il suo messaggio arriva al mondo oggi, attraverso i social media. E non si tratta del primo personaggio pubblico iraniano a dichiarare apertamente il proprio sentimento di non appartenenza verso l'Iran e il suo establishment. Dell'Iran, del suo complesso sistema di pote…
 
Negli ultimi mesi i gruppi jihadisti che operano nel Sahel hanno intensificato la loro attività contro obiettivi militari e civili. Per definire l'attività militare francese in quest'area e arginare il pericolo terrorista, Emmaneul Macron ha convocato i presidenti di Burkina Faso, Mali, Mauritania, Ciad e Niger. Vladimir Putin ospita oggi a Mosca H…
 
Formidabile laboratorio di democrazia e sviluppo all'ombra di Pechino, Taiwan eleggerà il suo nuovo presidente sabato prossimo. Ne parliamo con due esponenti dei partiti contrapposti, Yting Lien dello staff della presidentessa in carica, Tsai Ing Wen, e Steve Chung, dirigente dello staff dello sfidante Han Kuo Yu. L'aereo ucraino caduto alle porte …
 
Nel tentativo di risolvere la guerra civile in Libia, il governo italiano invita a Roma i leader delle due fazioni contrapposte, ma senza informarli del "doppio appuntamento". Il risultato è la disdetta di Al Sarraj e il fallimento del tentativo di conciliazione. Intanto, Putin e Erdogan si sono accordati per un cessate il fuoco. Sul fronte della c…
 
Dopo l'uccisione del generale Soleimani, la risposta di Teheran non si è fatta attendere. Nella notte sono stati lanciati 15 missili contro due basi militari in Iraq che ospitavano truppe statunitensi. Una mossa inevitabile che pone fine alla tensione tra le due potenze o l'inizio di una guerra che potrebbe avere una portata mondiale?…
 
"What the Soleimani killing means for the Iran nuclear deal", thebulletin.com 05 gennaio 2020 --- "Poll: Forty-three percent of Americans approve of Trump airstrike of Soleimani", usatoday.com, 07 gennaio 2020
 
Il tempo del dialogo sembra essere finito in Libia. La presa della città di Sirte da parte dell'esercito di Haftar lascia intravedere una strategia di attacco prima del consolidamento dell'appoggio delle truppe turche al governo di Al Sarraj. Quale sarà la prossima mossa dell'Esercito nazionale libico?…
 
Dopo l'attacco americano in Iraq, nel quale ha perso la vita il generale iraniano Qassem Soleimani, i toni di Teheran si sono decisamente allontanati dal registro della moderazione e della diplomazia tanto da indurre il mondo intero a temere il peggio. Ne parliamo con Pejman Abdolmohammadi, docente di Storia e istituzioni del Medio Oriente all'Univ…
 
Analizziamo la situazione in Libia con Arturo Varvelli (ricercatore Ispi e grande esperto della Libia), Ali Mustafa (corrispondente da Tripoli per l'emittente turca TRT World) e Abdulkader Assad di Lybia Observer.
 
Tutto è cominciato lo scorso luglio, quando Donald Trump fece una telefonata al presidente ucraino Volodymyr Zelensky chiedendogli un piccolo favore… Oggi la Camera si riunisce per votare sull'impeachment contro il presidente. Come andrà a finire? Ne parliamo con Paola Peduzzi, capo Esteri del Foglio, e Mario Sechi, direttore dell'AGI.…
 
In India le proteste innescate dalla legge sulla cittadinanza che discrimina gli immigrati musulmani hanno ormai oltrepassato la linea rossa. Ma come si concilia un simile provvedimento legislativo con la Costituzione di uno stato laico? La Giustizia pachistana condanna a morte Pervez Musharraf, l'ex presidente sospettato di essere il mandante dell…
 
Dall'accordo con Tripoli per una supremazia energetica nel Mediterraneo orientale, alle tensioni con la Grecia, dalle minacce di chiudere le basi Usa, alle rivendicazioni nella guerra in Siria, analizziamo l'espansionismo in politica estera del presidente turco Recep Tayyip Erdoğan. Con il giornalista greco Dimitri Deliolanes, la direttrice di IAI …
 
Sconfessando i sondaggi più cauti delle ultime ore prima del voto, i Tories guidati dal Premier uscente Boris Johnson ottengono la maggioranza assoluta e potranno così governare il Regno Unito - salvo sorprese - per i prossimi 5 anni. Mentre l'uscita dall'Unione Europea del prossimo gennaio sembra più delineata, ci chiediamo con Sergio Nava e con i…
 
Oggi si vota nel Regno Unito per rinnovare la Camera dei Comuni. Vinceranno i Labour o i Tories? Con Sergio Nava, giornalista di Radio 24, andiamo a tastare il polso della situazione nei seggi di Londra. La legge sulla cittadinanza indiana sta sollevando proteste e aspre polemiche. Il Citizen Amendment Bill garantirà infatti una sorta di amnistia a…
 
I cittadini britannici si preparano al voto per quelle che sono considerate le elezioni più importanti almeno dal 1997. Sia perché decisive nella definizione dei rapporti della Gran Bretagna con l'Europa e il resto del mondo, sia perché mai come oggi è apparsa profonda la spaccatura tra il partito laburista e quello dei Tories. Sul piatto, i temi c…
 
Il premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi si è presentata oggi al Tribunale dell'Aja per le accuse rivolte al suo Paese, il Myanmar, di persecuzione verso la minoranza musulmana dei Rohingya. L'accusa, mossa dal piccolo stato africano del Ghambia, è di genocidio. Ma c'è un altro premio Nobel su cui si è molto discusso. Si tratta del primo minist…
 
Simone, Alex, Marco e Michela si faranno, assieme al pubblico partecipante, due chiacchiere sul finale del Trono di Spade! Torna così ufficialmente Morti di Bestemmie.Di Alex Raccuglia, Marco Gualdi e Simone Pizzi
 
Mettiamoci tutti da un punto di vista d'osservazione diverso... e se fosse tutto vero?Di Alex Raccuglia, Marco Gualdi e Simone Pizzi
 
L'unica cosa sicura della vita è la morte. Questo evento inevitabile lascia però dei segni profondi e dei traumi spesso impossibili da alleviare. In questo vastissimo ambito esistono gli eroi del paranormale, coloro che investigano, dimostrano e documentano l'esistenza di una continuazione dell'esistenza. Tra buona fede e sciacalleria, ecco il mond…
 
I tre meoschettioggi (AHAHA) ci intrattengono oggi sparando bestemmie a più non posso su... STAR WARS GLI ULTIMI JEDI!Di Alex Raccuglia, Marco Gualdi e Simone Pizzi
 
Io lo so che mi avete scritto della questione FreeSvapo e della petizione su change.org annessa perché volevate che abbracciassi la battaglia, ma il fatto è che le cose non sono mai tutte nere o bianche e mi piace sguazzare nel grigio, a meno che il grigio non sia il vapore prodotto dai vaporizzatori arrivati da alpha centauri per salvare il mondo.…
 
TRIGGER WARNING: In questo video sono vestito da prete del 1940 e non so bene perché. Detto questo, mi sembrava il caso di parlare un po’, a modo mio, della reazione alla dipartita di Totò Riina, e di come si riesca sempre a parlare di qualcosa di diverso, perché i problemi sono ben altri. Il whataboutism, o come lo si è sempre definito in Italia, …
 
Il venerdì è dedicato a Breaking Italy Rewind, il vlog/recap del fine settimana. In un video più rilassato del solito riprendiamo alcuni commenti comparsi sotto le puntate pubblicate negli scorsi giorni, cercando di ampliare la discussione, ribattere e scherzarci su.
 
Ok, l’hanno fatto di nuovo: il ministero della difesa della Russia, nel cercare di condannare un’azione militare americana in Siria, ha cercato di convincere l’opinione pubblica utilizzando il trailer di un videogioco (per altro mai uscito). Parliamo di nuovo di questo, quindi, ma non solo di questo, e sopratutto: perché l’argomento mi interessa ta…
 
Google login Twitter login Classic login