Artwork

Contenuto fornito da Discorsi Fotografici. Tutti i contenuti dei podcast, inclusi episodi, grafica e descrizioni dei podcast, vengono caricati e forniti direttamente da Discorsi Fotografici o dal partner della piattaforma podcast. Se ritieni che qualcuno stia utilizzando la tua opera protetta da copyright senza la tua autorizzazione, puoi seguire la procedura descritta qui https://it.player.fm/legal.
Player FM - App Podcast
Vai offline con l'app Player FM !

Fabio Bucciarelli – Documentare la realtà in modo autentico

28:20
 
Condividi
 

Manage episode 398322375 series 21902
Contenuto fornito da Discorsi Fotografici. Tutti i contenuti dei podcast, inclusi episodi, grafica e descrizioni dei podcast, vengono caricati e forniti direttamente da Discorsi Fotografici o dal partner della piattaforma podcast. Se ritieni che qualcuno stia utilizzando la tua opera protetta da copyright senza la tua autorizzazione, puoi seguire la procedura descritta qui https://it.player.fm/legal.

Fabio Bucciarelli, noto per il suo lavoro in zone di conflitto come la Libia e la Siria, inizia come ingegnere delle telecomunicazioni ma decide di abbandonare la sua professione per dedicarsi alla fotografia, un’arte che ha scoperto a Barcellona nel 2006.

Un momento chiave della sua carriera è la guerra civile in Libia nel 2011, durante la quale riesce a documentare la morte di Muammar Gheddafi, ottenendo una fotografia iconica. Questo evento segna un punto di svolta nella sua carriera e attira l’attenzione internazionale sul suo lavoro.

Con lui parleremo del ruolo svolto dalla fotografia nella testimonianza della “verità”.

L’intervista

Fabio Bucciarelli è un fotografo, giornalista e autore internazionale noto per la sua copertura dei conflitti globali e delle terribili ricadute umanitarie che essi comportano. Con una carriera di oltre 15 anni, ha documentato i principali eventi globali, catturando immagini che riflettono la sua incrollabile empatia e il suo impegno nel raccontare le storie di coloro che sono stati colpiti da guerre, cambiamenti climatici e altre crisi dei diritti umani. Il suo lavoro è una potente chiamata all’azione, a sostegno di coloro le cui vite sono state sconvolte da questi problemi devastanti.

Ha realizzato reportage da zone di conflitto in tutto il Medio Oriente, tra cui la Libia durante la guerra civile e la caduta di Gheddafi, la Siria durante la battaglia di Aleppo, l’Iraq, Gaza, l’Iran, l’Egitto, la Turchia e l’Ucraina dall’inizio del conflitto nel 2014. Bucciarelli ha anche documentato le crisi umanitarie che si sono verificate in Africa, tra cui il Sud Sudan e il Mali. Oltre a occuparsi di conflitti e crisi umanitarie, ha raccontato una serie di eventi globali, tra cui i devastanti incendi in Brasile, le proteste contro il sistema economico neoliberista in Cile e la migrazione di massa dei centroamericani verso gli Stati Uniti. Nel 2020 e nel 2021 ha seguito per il New York Times la pandemia COVID-19 nel suo epicentro in Italia. Più di recente, è tornato in Ucraina per documentare l’invasione russa come inviato speciale del TG3/Rai3, oltre che per importanti testate internazionali, tra cui Die Zeit e Il Fa

Tradotto con DeepL.com (versione gratuita)

Fabio Bucciarelli è un fotografo, giornalista e autore internazionale noto per la sua copertura dei conflitti globali e delle terribili ricadute umanitarie che essi comportano. Con una carriera di oltre 15 anni, ha documentato i principali eventi globali, catturando immagini che riflettono la sua incrollabile empatia e il suo impegno nel raccontare le storie di coloro che sono stati colpiti da guerre, cambiamenti climatici e altre crisi dei diritti umani. Il suo lavoro è una potente chiamata all’azione, a sostegno di coloro le cui vite sono state sconvolte da questi problemi devastanti.

Ha realizzato reportage da zone di conflitto in tutto il Medio Oriente, tra cui la Libia durante la guerra civile e la caduta di Gheddafi, la Siria durante la battaglia di Aleppo, l’Iraq, Gaza, l’Iran, l’Egitto, la Turchia e l’Ucraina dall’inizio del conflitto nel 2014. Bucciarelli ha anche documentato le crisi umanitarie che si sono verificate in Africa, tra cui il Sud Sudan e il Mali. Oltre a occuparsi di conflitti e crisi umanitarie, ha raccontato una serie di eventi globali, tra cui i devastanti incendi in Brasile, le proteste contro il sistema economico neoliberista in Cile e la migrazione di massa dei centroamericani verso gli Stati Uniti. Nel 2020 e nel 2021 ha seguito per il New York Times la pandemia COVID-19 nel suo epicentro in Italia. Più di recente, è tornato in Ucraina per documentare l’invasione russa come inviato speciale del TG3/Rai3, oltre che per importanti testate internazionali, tra cui Die Zeit e Il Fatto Quotidiano

Leggi gli articoli del nostro Magazine: https://magazine.discorsifotografici.it
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/discorsifotografici
Seguici su Instagram: https://www.instagram.com/discorsifotografici/
Scrivici a: info@discorsifotografici.it

  continue reading

245 episodi

Artwork
iconCondividi
 
Manage episode 398322375 series 21902
Contenuto fornito da Discorsi Fotografici. Tutti i contenuti dei podcast, inclusi episodi, grafica e descrizioni dei podcast, vengono caricati e forniti direttamente da Discorsi Fotografici o dal partner della piattaforma podcast. Se ritieni che qualcuno stia utilizzando la tua opera protetta da copyright senza la tua autorizzazione, puoi seguire la procedura descritta qui https://it.player.fm/legal.

Fabio Bucciarelli, noto per il suo lavoro in zone di conflitto come la Libia e la Siria, inizia come ingegnere delle telecomunicazioni ma decide di abbandonare la sua professione per dedicarsi alla fotografia, un’arte che ha scoperto a Barcellona nel 2006.

Un momento chiave della sua carriera è la guerra civile in Libia nel 2011, durante la quale riesce a documentare la morte di Muammar Gheddafi, ottenendo una fotografia iconica. Questo evento segna un punto di svolta nella sua carriera e attira l’attenzione internazionale sul suo lavoro.

Con lui parleremo del ruolo svolto dalla fotografia nella testimonianza della “verità”.

L’intervista

Fabio Bucciarelli è un fotografo, giornalista e autore internazionale noto per la sua copertura dei conflitti globali e delle terribili ricadute umanitarie che essi comportano. Con una carriera di oltre 15 anni, ha documentato i principali eventi globali, catturando immagini che riflettono la sua incrollabile empatia e il suo impegno nel raccontare le storie di coloro che sono stati colpiti da guerre, cambiamenti climatici e altre crisi dei diritti umani. Il suo lavoro è una potente chiamata all’azione, a sostegno di coloro le cui vite sono state sconvolte da questi problemi devastanti.

Ha realizzato reportage da zone di conflitto in tutto il Medio Oriente, tra cui la Libia durante la guerra civile e la caduta di Gheddafi, la Siria durante la battaglia di Aleppo, l’Iraq, Gaza, l’Iran, l’Egitto, la Turchia e l’Ucraina dall’inizio del conflitto nel 2014. Bucciarelli ha anche documentato le crisi umanitarie che si sono verificate in Africa, tra cui il Sud Sudan e il Mali. Oltre a occuparsi di conflitti e crisi umanitarie, ha raccontato una serie di eventi globali, tra cui i devastanti incendi in Brasile, le proteste contro il sistema economico neoliberista in Cile e la migrazione di massa dei centroamericani verso gli Stati Uniti. Nel 2020 e nel 2021 ha seguito per il New York Times la pandemia COVID-19 nel suo epicentro in Italia. Più di recente, è tornato in Ucraina per documentare l’invasione russa come inviato speciale del TG3/Rai3, oltre che per importanti testate internazionali, tra cui Die Zeit e Il Fa

Tradotto con DeepL.com (versione gratuita)

Fabio Bucciarelli è un fotografo, giornalista e autore internazionale noto per la sua copertura dei conflitti globali e delle terribili ricadute umanitarie che essi comportano. Con una carriera di oltre 15 anni, ha documentato i principali eventi globali, catturando immagini che riflettono la sua incrollabile empatia e il suo impegno nel raccontare le storie di coloro che sono stati colpiti da guerre, cambiamenti climatici e altre crisi dei diritti umani. Il suo lavoro è una potente chiamata all’azione, a sostegno di coloro le cui vite sono state sconvolte da questi problemi devastanti.

Ha realizzato reportage da zone di conflitto in tutto il Medio Oriente, tra cui la Libia durante la guerra civile e la caduta di Gheddafi, la Siria durante la battaglia di Aleppo, l’Iraq, Gaza, l’Iran, l’Egitto, la Turchia e l’Ucraina dall’inizio del conflitto nel 2014. Bucciarelli ha anche documentato le crisi umanitarie che si sono verificate in Africa, tra cui il Sud Sudan e il Mali. Oltre a occuparsi di conflitti e crisi umanitarie, ha raccontato una serie di eventi globali, tra cui i devastanti incendi in Brasile, le proteste contro il sistema economico neoliberista in Cile e la migrazione di massa dei centroamericani verso gli Stati Uniti. Nel 2020 e nel 2021 ha seguito per il New York Times la pandemia COVID-19 nel suo epicentro in Italia. Più di recente, è tornato in Ucraina per documentare l’invasione russa come inviato speciale del TG3/Rai3, oltre che per importanti testate internazionali, tra cui Die Zeit e Il Fatto Quotidiano

Leggi gli articoli del nostro Magazine: https://magazine.discorsifotografici.it
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/discorsifotografici
Seguici su Instagram: https://www.instagram.com/discorsifotografici/
Scrivici a: info@discorsifotografici.it

  continue reading

245 episodi

All episodes

×
 
Loading …

Benvenuto su Player FM!

Player FM ricerca sul web podcast di alta qualità che tu possa goderti adesso. È la migliore app di podcast e funziona su Android, iPhone e web. Registrati per sincronizzare le iscrizioni su tutti i tuoi dispositivi.

 

Guida rapida